Toyota lavora su un motore tre cilindri a idrogeno

La Casa nipponica lavora sul nuovo sistema a idrogeno che verrà testato inizialmente nel mondo del motorsport

Da un fallimento del passato possono arrivare sempre ottimi spunti per una rivoluzione del futuro, Toyota lo sa e ne vuole approfittare. Ecco allora che la Casa giapponese, sempre pronta a sfruttare le occasioni, ha deciso di puntare con forza sull’idrogeno per cercare di progettare un motore tre cilindri con questo gas.

L’idea era già stata portata avanti, a inizi anni 2000, da BMW, ma ben presto era naufragata per l’elevato costo di produzione, una tecnologia non ancora matura e il prezzo troppo elevato per il rifornimento di idrogeno. Dal passo falso tedesco, oggi dagli ingegneri nipponici arriva la volontà di arrivare a un punto di svolta, che ben presto potrebbe portare all’arrivo di un propulsore a idrogeno compresso firmato Toyota.

La Casa, sempre attenta alla sostenibilità che segnerà la mobilità del futuro, ha infatti messo in cantiere i lavori per lo sviluppo di un motore tre cilindri di 1.618 cm3 alimentato con il gas allo stato compresso. Una scelta audace, visto il progetto di poco successo dei colleghi tedeschi, che verrà sperimentato inizialmente nel mondo del motorsport che sempre dà ottime chiavi di lettura per le aziende.

Il sistema a idrogeno, che ha già trovato spazio nell’ibrida Toyota Mirai, verrà infatti testato sulla Corolla Sport del team Orc Cookie Racing che tra il 21 e il 23 maggio parteciperà, sul circuito del Fuji, alla 24 ore della Super Taikyu. Da questa esperienza endurance, dedicata ai modelli di produzione, Toyota trarrà le dovute conclusioni sul progetto per tentare di capire la fattibilità e i costi relativi.

La fase di studio nel Motorsport, che vede le macchine performare a livelli estremi, sarà di fondamentale importanza per mettere a punto la strategia su una possibile rivoluzione della motorizzazione del futuro. Nello specifico, il funzionamento prevede che l’idrogeno venga sostituito a tutti gli effetti ai carburanti fossili, garantendo maggiore reattività e minor impatto di emissioni inquinanti.

Di sicuro, dopo le esperienze del passato, la soluzione a idrogeno non verrà implementata nell’immediato sui nuovi modelli della Casa. Da Toyota, che ha recentemente presentato il primo SUV elettrico in collaborazione con Subaru, l’intenzione è quella di non prendere rischi sulla nuova tecnologia che potrebbe segnare, in maniera decisa, l’avvenire della mobilità.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Toyota lavora su un motore tre cilindri a idrogeno