Toyota FV2 Concept, l’auto che si guida muovendo il corpo. Foto

La vettura è dotata di riconoscimento facciale e vocale che capisce anche gli stati d'animo

Addio caro volante, l’auto di domani si guida con il corpo. L’idea è di Toyota che al Salone di Tokyo 2013 presenta una concept fuori da ogni schema a cui siamo abituati perché è capace di riconoscere i movimenti del guidatore e di trasformarli in comandi di guida.

Si chiama FV2 e l’acronimo la dice lunga sulla sua identità: Fun Vehicle 2. Il divertimento è quindi la chiave per la sua interpretazione. La Toyota FV 2 non vuole solo essere un’auto, ma soprattutto un mezzo con cui spostarsi da una parte all’altra con tanto brio ed entusiasmo.

E’ lunga tre metri e larga poco più di uno e mezzo e reiventa il concetto di auto anche nella disposizione delle ruote, che sono sempre quattro, ma disposte davanti, ai lati e dietro.

Per guidare la Toyota FV 2 ci si deve mettere in piedi. Per accenderla occorre passare dallo “sleep mode” al “driving mode”, dopo di che si parte.

Per proteggere il guidatore, che a differenza delle tradizionali auto si trova in piedi nel mezzo del veicolo, c’è la calotta anteriore alzata, che conferisce alla Toyota FV2 Concept un aspetto davvero fuori dal comune. Invece del parabrezza quindi l’automobilista si trova davanti un display in realtà aumentata che lo aiuta nelle manovre.

L’auto riesce a percepire i comandi attraverso un sistema di riconoscimento facciale e vocale e questo permette alla FV2 anche di raccogliere informazioni sull’umore e lo stato d’animo del pilota.

Non è stato comunicato quando vedremo questa tecnologia davvero su strada, però Toyota ha già lanciato una app che permette di sperimentare in anteprima una parte di questa tecnologia. Si chiama “FV2” ed è disponibile su iTunes e Google Play.

(a cura di OmniAuto.it)