Test Mercedes GLA: non chiamatela SUV. Foto

La prima crossover della casa tedesca è una Classe A rialzata, più pratica e sportiveggiante

Mercedes non si limita ad aggiornare i tradizionali modelli della gamma, ma ne crea regolarmente di nuovi. L’ultimo è la Mercedes GLA, che a prima vista sembra una nuova Classe A rialzata: lo è per davvero, proveniendo dallo stesso pianale. E non chiamatela SUV: anche se è più alta da terra, le ruote sono grandi e l’assetto è rialzato, per Mercedes è una crossover, più “auto” e meno “fuoristrada”, pratica, ma mai troppo rude. Misura 13 cm in più di lunghezza rispetto alla Classe A (4,42 metri), 6 cm in altezza e solo 2 cm in larghezza, stesso passo di 2,7 metri.

Del SUV la GLA ha l’aspetto, la muscolosità e anche una certa propensione all’off-road in alcuni allestimenti; il frontale la avvicina ai SUV della casa, come GLK, GL e ML, mentre più simile alla Classe A è il profilo aerodinamico. Il portellone ricorda un po’ una coupé, pur con uno scudo più massiccio.

Dentro, se conoscete Classe A e Classe B, respirate un’aria di famiglia, anche con un tocco di classe grazie a radica e pelle nell’esemplare provato. Alla guida, non sembra di stare su una vettura alta; dietro c’è più spazio in altezza e per le gambe, mentre la larghezza è uguale alla Classe A. Il terzo passeggero sta comunque stretto, mentre ampio e regolare è il vano bagagli, con 421 litri.

La GLA provata è la più interessante per il nostro mercato, la 200 CDI con il 2 litri 4 cilindri da 136 CV, e con l’esclusiva trazione integrale 4MATIC, che a ben 4.500 euro comprende anche il cambio automatico a doppia frizione 7G-DCT. Nella GLA si viaggia comodi, grazie agli ammortizzatori con escursione maggiore; rollio e beccheggio sono di tipo automobilistico, lo sterzo è preciso e la trazione integrale aiuta.

Il motore, ben collaudato, ha una buona coppia (300 Nm tra 1.400 e 3.000 giri); per essere sportivo gli manca un po’ di potenza, ma è adatto ad un’auto come la GLA. Quanto ai consumi, il computer ha fatto registrare 6,2 l/100 km, un po’ di più rispetto ai 4,9 l/100 km dichiarati. La GLA provata è la ricca Premium, con controllo di velocità con distanza di sicurezza: parte da 41,980 euro, ma con gli accessori è facile superare i 45.000 euro. Per spendere di meno meglio puntare sulle versioni inferiori, come la Sport con cambio manuale da 31.990 euro.

(a cura di OmniAuto.it)