Test Hyundai i30 1.4 Econext: solo 10 euro per 150 km. Foto-pagella

Adatta e comoda per la famiglia suggerisce un'idea di sportività con una linea filante

Il mercato dell’auto nuova in Italia vive da mesi una battuta d’arresto; ci sono però alcuni modelli che destano un po’ di interesse in più. Tra questi, sicuramente, ci sono le auto con alimentazione a GPL: non tanto perché consumino meno, ma perché sono offerte spesso a prezzi interessanti, e soprattutto possono contare sul basso costo del gas rispetto a benzina e gasolio. Il 10% del totale delle auto nuove in Italia è oggi a gas: un dato importante.

Hyundai non vuole lasciare fuori questa fascia di mercato, e propone vari modelli, tra cui la versione a GPL della sua berlinetta media, la Hyundai i30 1.4 Econext. Un’auto da famiglia, della categoria della Volkswagen Golf, che è prodotta dal marchio asiatico più venduto in Italia. La i30 Econext è dotata del 1.4 a benzina, che può funzionare anche a GPL.

L’aggiunta del nuovo impianto non ha fatto perdere niente al design affusolato del modello, che sembra plasmato dal vento. L’aspetto dell’auto è curato, e non sembra più economica delle altre: basti guardare il disegno ricercato delle ruote in lega, o le luci anteriori a LED.

Anzi: dall’esterno non si vede che è un’auto a gas, se non per il bocchettone di rifornimento, accanto a quello della benzina. Osservando invece l’interno, la differenza più importante è nel piano di carico: la bombola di gas è rotonda, e collocata al posto della ruota di scorta, sotto il ripiano; la ruota è invece nel bagagliaio, chiusa da una sacca. Si perde un po’ di spazio: il volume comunque è di 378 litri, che diventano 1.316 abbattendo i sedili.

La trasformazione a GPL è eseguita in Italia, ma è collaudata direttamente dal produttore coreano, che in Repubblica Ceca provvede ad effettuare le modifiche di rinforzo al motore. Il tutto appositamente per il mercato italiano, dove le auto a GPL sono particolarmente diffuse, e senza rinunciare ai famosi 5 anni di garanzia Hyundai. Ma come va su strada? Si può passare dal funzionamento a benzina a quello a GPL premendo un tasto sulla plancia: nel primo caso il motore ha 100 CV, nel secondo ne ha 97. Che non sono tantissimi, perché l’auto pesa comunque 1.335 kg: non che la i30 sia proprio ferma, ma per avere brio è meglio scalare le marce, con un cambio dalla buona manovrabilità.

La dote migliore è la silenziosità, e la regolarità di funzionamento; la peggiore è lo sterzo sempre poco diretto, nonostante il sistema Flex Steer permetta di scegliere fra tre modalità, Comfort, Normal e Sport. La i30 a GPL ha consumato in media 14 km con un litro di GPL e circa 17 a benzina: questo vuol dire 150 km con 10 euro. Il prezzo d’acquisto, invece, è di 19.200 euro per la versione Comfort provata, 18.350 euro per la Classic: una differenza di 1.900 euro rispetto al modello a benzina, che possono essere ammortizzati percorrendo diversi chilometri, anche senza incentivi.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Test Hyundai i30 1.4 Econext: solo 10 euro per 150 km. Foto-pagel...