Tesla, la promessa di Musk: vettura low-cost e batteria super

Il Battery Day ha visto il CEO parlare della futura produzione in proprio di batterie innovative

Attendevamo già da tempo il famoso “Giorno della Batteria” annunciato dal CEO di Tesla Elon Musk, un evento esclusivamente dedicato alla presentazione del nuovo progetto di produzione di batterie in proprio, da parte della Casa di Palo Alto.

Il grande giorno è arrivato, la manifestazione si è tenuta a New York, all’aperto, davanti a un grande pubblico di invitati pronti ad accogliere le novità dell’azienda. Elon Musk, che già da moltissimo tempo aveva annunciato l’arrivo di una super batteria dall’autonomia incredibile da un milione di miglia. In occasione del Battery Day il CEO ha parlato della futura produzione in proprio di batterie innovative, mai viste prima d’ora, ha spiegato quali saranno i loro punti di forza, tra cui l’efficienza, il costo e la potenza.

Ma non è tutto, Elon Musk ha anche promesso di lanciare sul mercato una nuova auto elettrica, che ha definito totalmente “self-driving”, in un tempo massimo di tre anni e ad un prezzo di soli 25.000 dollari, per il grande pubblico. Il grande obiettivo del fondatore dell’azienda è quello di realizzare una sorta di mini-impero in grado di battere sempre la concorrenza, sia per quanto riguarda le batterie, che per le auto.

Elon Musk, insieme al vicedirettore per la tecnologia Drew Baglino, durante l’assemblea annuale dei soci (prima dell’evento del Battery Day) ha previsto che l’azienda continuerà a crescere durante quest’anno, nonostante la grande crisi causata dal Coronavirus. In realtà Tesla è convinta che aumenteranno le consegne del 30% o del 40%.

Chiaramente l’attenzione è rimasta puntata principalmente sulle nuovissime generazioni di batterie. Oggi la Casa di Palo Alto infatti ne commissiona la produzione a partner esterni come Panasonic. I nuovi sistemi invece saranno prodotti totalmente da Tesla e composti da nuove e più grandi celle. Il loro nome sarà 4680, numero che riflette le dimensioni (46 per 80 millimetri). Sistemi capaci di garantire cinque volte la capacità energetica e sei volte la potenza e di aumentare l’autonomia dell’auto del 16%, miglioramento che potrebbe arriva fino al 54%. Presenteranno inoltre un minor rischio incendio e si caricheranno più velocemente.

Innovazione e tecnologia abbasseranno nel tempo i costi e quindi finalmente anche i prezzi dei veicoli, sarà quindi più facile centrare l’obiettivo di creare entro tre anni una Tesla da 25.000 dollari. Elon Musk non si ferma mai, il CEO ha dichiarato: “Una delle questioni che mi preoccupa di più è non avere una vettura davvero accessibile ed è qualcosa che dobbiamo costruire in futuro. Per farlo dobbiamo però abbassare il costo delle batterie”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Tesla, la promessa di Musk: vettura low-cost e batteria super