Tesla sbarca in Europa e spaventa la concorrenza

Elon Musk organizza un grande evento nella sua nuova Gigafactory tedesca, che inizierà la produzione entro fine 2021

Tesla arriva in Europa, molto probabilmente il nuovo sito produttivo realizzato in Germania inizierà a lavorare già a partire dal mese di novembre. Sicuramente le attività partiranno entro la fine dell’anno, o almeno, questo è quanto è stato dichiarato dal CEO Elon Musk, in occasione dell’evento organizzato proprio nella fabbrica tedesca.

Il manager infatti ha voluto mostrare al pubblico come funzionerà il suo nuovo sito produttivo tanto voluto e quali tecnologie innovative ha sviluppato per le sue auto elettriche. Entro la fine dell’anno, secondo le previsioni di Musk, dallo stabilimento europeo usciranno già le prime Tesla Model Y.

L’obiettivo del CEO è quello di raggiungere una produzione di settimanale compresa tra 5.000 e 10.000 veicoli entro la fine del 2022, numeri altissimi (che spaventano la concorrenza). Il ruolo della Gigafactory europea è comunque di grande importanza per la strategia di crescita di Tesla. È proprio dalla fabbrica tedesca infatti che usciranno le nuove Model Y per il mercato del Vecchio Continente, che possiamo definire concettualmente inedite, visto che saranno dotate di un nuovo pacco batteria strutturale con celle 4680.

Durante l’evento nella Gigafactory in Germania, Tesla li ha mostrati questi nuovi pacchi batteria, che consentiranno alle auto ottime performance sia dal punto di vista dell’efficienza che da quello dell’autonomia. Osservando lo spaccato di questi nuovi pacchi ultra tecnologici, è possibile vedere in maniera molto chiara l’assenza di moduli interni. Non sappiamo se verranno usate ancora le vecchie batterie, e quindi se le Model Y europee verranno prodotte sia nella versione ‘moderna’ che in quella classica, ma lo scopriremo presto; Musk chiarirà ogni dubbio, come sempre.

La Casa di auto elettriche di Palo Alto ha anche spiegato un’ulteriore ed eccezionale novità, i sedili verranno posizionati direttamente sul nuovo pacco batteria; una scelta che, come Tesla stessa ha chiarito, consente di rendere l’assemblaggio dei veicoli ancora più semplice. La piattaforma dei SUV elettrici sarà costituita praticamente solo da tre grandi elementi, ed è una delle cose che ha stupito maggiormente. Vi saranno infatti il pacco batteria portante e le due grandi parti uniche del telaio.

Quali saranno le differenze reali per quanto riguarda l’autonomia e le prestazioni, tra le Model Y standard, che già conosciamo, e i modelli di ultimissima generazione che saranno prodotti in Germania? Sarà molto interessante scoprirlo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Tesla sbarca in Europa e spaventa la concorrenza