Tesla, pronto un nuovo dispositivo anti-abbandono dei bambini

La Casa californiana ha presentato una nuova tecnologia che si basa su un sensore radar a onde millimetriche

Tesla continua a lavorare sulle nuove tecnologie per migliorare sempre di più l’offerta a bordo delle proprie automobili. L’azienda californiana, nello specifico, ha concentrato i propri sforzi su un sensore che rileva la presenza di bambini in auto e funge da anti-abbandono. Questa tecnologia, utile anche a potenziare il sistema di antifurto dei veicoli, è stata descritta in un documento sottoposto alla Federal Communications Commission degli Stati Uniti d’America, per chiedere l’approvazione e il conseguente lancio sul mercato.

La tecnologia ideata da Tesla consiste in un sensore radar a onde millimetriche, con quattro antenne trasmittenti e tre riceventi, che opera nella banda da 60-64 Ghz. Il sensore è in grado di rilevare ogni tipo di movimento all’interno dell’abitacolo, anche il minimo respiro o il battito cardiaco. A differenza di una telecamera, inoltre, può vedere anche attraverso materiali morbidi, come ad esempio una coperta usata per coprire un bambino.

Diversamente dai sensori nei sedili, questo nuovo dispositivo di Tesla riesce a distinguere tra un bambino e un oggetto lasciato sul sedile posteriore, riducendo, dunque, i falsi allarmi. La tecnologia ideata da Tesla può diventare una grande alleata dei genitori. I suoi utilizzi sono molteplici: può essere usata per ridurre il rischio di colpi di calore dei bambini in auto, proteggere gli occupanti del veicolo da lesioni attraverso l’attivazione avanzata degli airbag e migliorare i sistemi di prevenzione dei furti.

In attesa di ricevere una risposta da parte della Federal Communications Commission, il co-fondatore e CEO di Tesla, Elon Musk ha annunciato che nel prossimo mese di settembre verrà presentata la batteria con una super autonomia da un milione di miglia. Una vera e propria svolta per tutto il settore automobilistico e in particolare per il mondo delle vetture a emissioni zero, perché sarebbe l’accumulatore per auto elettriche più longevo mai prodotto fino ad ora.

I progetti di Elon Musk non finiscono qui. Dopo il sensore anti-abbandono e la batteria da un milione di miglia, il numero uno di Tesla è pronto a presentare la prima auto a guida autonoma completa: sarà una vettura che si avvicinerà di molto alla tecnologia di livello 5, ovvero quella che non prevede alcuna assistenza da parte dell’uomo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Tesla, pronto un nuovo dispositivo anti-abbandono dei bambini