Tesla guarda al 2020: i modelli per rispondere a Volkswagen

La compagnia di Elon Musk si prepara a rispondere alla concorrenza con svariati modelli

Tesla ha un piano dettagliato per rispondere alla concorrenza nei prossimi anni, con Volkswagen in testa. Ecco i modelli in cantiere per Elon Musk.

Estate decisamente movimentata per Elon Musk, costantemente al centro dell’attenzione a causa dei suoi tweet. Nel mirino in particolare i messaggi social che lasciano intendere l’addio alla Borsa nei prossimi anni. Al di là di ciò che possa scrivere il magnate sul proprio profilo, Tesla continua la propria avanzata sul mercato, preparandosi a rispondere alla concorrenza, pronta a guadagnare terreno sulla compagnia.

Volkswagen in particolare ha più volte annunciato il suo ingresso in questo settore nel 2020, con il brand americano che ha in cantiere svariati modelli, tra i quali spicca il crossover Model Y. Si tratta di una berlina compatta, in risposta all’ID del costruttore tedesco, in produzione dal 2022.

L’obiettivo di Musk è quello di sfruttare la collaborazione con Panasonic per riuscire a sviluppare batterie al costo di 100 euro per kWh, entro il 2020, facendo calare tale quota fino a 70 euro in occasione del lancio della berlina compatta, due anni dopo.

Lo sviluppo di Tesla prosegue anche in ambito truck, con Semi, che arriverà nel corso del 2019. I pre-ordini sono già partiti, con compagnie come Ups che hanno già ordinato svariati modelli. Un mezzo di qualità superiore rispetto ai predecessori, con un’autonomia di circa 800 km, in vendita al prezzo di 180mila dollari. Non è ancora dato sapere però se l’azienda abbia intenzione di avviare la vendita anche al di fuori degli USA.

Si stima l’arrivo sul mercato di Model Y per il 2020. Una macchina di dimensioni contenute, basata sulla berlina Model 3. Una sorella minore di Model X, con minor estro, così da accontentare una fascia più ampia di potenziali acquirenti. Musk in questo caso proporrà un vero e proprio crossover, in alternativa al suv off-road che è Model X.

Nei prossimi anni si prevede inoltre una forte crescita sul mercato dei pick-up, con Tesla che non intende tirarsi indietro dinanzi a questa sfida. Entro il 2020 verrà proposto un modello, che sfrutterà ancora l’X come base, mirando a competere con Ford, e in particolare con il suo F150.

Chi potrebbe dimenticare il grandioso lancio della nuova Roadster, in viaggio nello spazio verso Marte. Molto prima del suo arrivo sul ‘pianeta rosso’, la due posti sarà in vendita (nel 2020). Una super elettrica, che potrà raggiungere i 400 km/h, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di due secondi. Musk punta con questo gioiellino a sbaragliare la concorrenza.

Non c’è ancora una data per il restyling della Model S, che nei prossimi anni sarà chiamata a rispondere alla Taycan, la prima Porsche elettrica, con un’estetica molto più grintosa. Nessuna particolare anticipazione è stata però diffusa, anche se il nuovo frontale pare possa vantare una fanaleria personalizzata.

MOTORI Tesla guarda al 2020: i modelli per rispondere a Volkswagen