Tesla, consegne ‘contactless’ e produzione sospesa

La Casa statunitense sospende parte della produzione e avvia il servizio di consegna tramite app

Anche Tesla si aggiunge alle aziende automobilistiche che fermano la propria produzione a causa del Coronavirus. La Casa di Palo Alto, nonostante le incertezze che caratterizzano i provvedimenti presi per contrastare il contagio, ha deciso di adottare delle decisioni drastiche al fine di proteggere i propri dipendenti, le loro famiglie e i fornitori.

Tesla ha annunciato la decisione di sospendere temporaneamente la produzione presso lo stabilimento di Fremont, a partire dalla fine del turno del 23 marzo 2020. Un provvedimento che permetterà alla Casa statunitense un arresto ordinato. Al tempo stesso, anche lo stabilimento di Buffalo, nello stato di New York, chiude momentaneamente la sua attività di produzione, ad eccezione di parti e forniture necessarie per il servizio, l’infrastruttura e le catene di approvvigionamento più critiche. L’operatività delle altre strutture di Tesla, incluso lo stabilimento in Nevada, continuerà insieme ai servizi erogati dalla Casa a stelle e strisce, così come la rete di supercharger sparsa in tutta la nazione.

“Negli ultimi giorni ci siamo incontrati con funzionari locali, statali e federali e abbiamo seguito e continuiamo a seguire tutte le indicazioni legali e le linee guida di sicurezza in relazione alle operazioni delle nostre strutture, onorando le indicazioni del governo Federale sul proseguimento della operatività – si legge nel comunicato ufficiale di Tesla – Nonostante l’adozione di tutte le precauzioni sanitarie fornite, le operazioni in alcune località hanno causato rischi per i nostri dipendenti, le loro famiglie e i nostri fornitori”.

Il marchio di Elon Musk ha annunciato di essere già al lavoro per implementare in diverse località le consegne contactless, ovvero senza contatti fisici con il personale. Un provvedimento che consente ai clienti di ricevere il loro nuovo veicolo in modo semplice e sicuro, senza entrare in contatto con il personale dell’azienda.

Il tutto è reso possibile grazie all’esclusiva connettività over-the-air dei modelli Tesla, che permette ai nuovi acquirenti di sbloccare l’auto in un parcheggio di consegna, tramite l’App Tesla. Al proprietario non resterà che firmare gli eventuali documenti inseriti nella propria auto, per poi restituirli in un luogo di riconsegna prima di uscire. La decisione di Tesla di sospendere temporaneamente parte delle sue attività produttive segue lo stop già disposto dal gruppo FCA, da Ferrari e da Porsche, oltre che da altre realtà del settore, come il Gruppo PSA e Toyota.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Tesla, consegne ‘contactless’ e produzione sospesa