Tesla brevetta batteria da più di un milione di km

L’eclettico CEO di Tesla Elon Musk non smette di stupirci e continua a proporre prodotti unici

Era una promessa, e Elon Musk è abituato a mantenerle, anche quando si tratta di “missioni” che sembrano impossibili. Una batteria in grado di fornire un’autonomia elettrica da 1 milione e 600.00 km, sembra assurdo ma è così, la nuova impresa eccezionale di Tesla.

Praticamente in questo modo la vita di questi elementi diventa infinita e peraltro maggiore rispetto a quella di qualsiasi altra componente meccanica dell’auto. Per chi per lavoro percorre molti chilometri, come ad esempio i tassisti e i vari professionisti della strada, sembra una soluzione davvero ottimale, viaggiare green, a zero emissioni e senza nemmeno avere l’ansia da ricarica, che oggi è ancora uno dei limiti per cui molti utenti non si convincono ad acquistare un veicolo elettrico.

Tesla ha quindi brevettato le sue grandi novità, le celle NCM 532 in grado di resistere a ben 4.000 cicli di ricarica. Al momento non si hanno moltissime informazioni a riguardo, quello che si sa è che le nuove celle della Casa di Palo Alto potrebbe avere una densità superiore e costare meno, il mitico obiettivo dei 100 dollari al kWh potrebbe esser finalmente raggiunto, non pare vero. Oltre a garantire un’autonomia da record.

Anche la sostenibilità di questi nuovi prodotti Tesla potrebbe essere maggiore, conterranno infatti una quantità di cobalto minore, ricordiamo che questo è il minerale più criticato e usato nel mix delle celle a ioni di litio, la sua quantità nelle nuove super batterie potrebbe essere molto più bassa rispetto al solito. Di queste informazioni, nulla è ancora stato ufficializzato da Tesla, quindi restiamo in attesa.

Al momento sappiamo che Tesla, presentando i documenti in data 23 aprile 2020, ha brevettato il “Method for Synthesizing Nickel-Cobalt-Aluminum Electrodes“. Si tratta del processo produttivo e del design dell’elettrodo positivo. Questa volta la Casa potrebbe essere arrivata ad una nuova svolta per concretizzare il progetto Roadrunner per l’indipendenza tecnologica dell’azienda anche nelle batterie. Elon Musk potrebbe presto diventare indipendente, come desidera.

Il CEO ha annunciato che probabilmente durante l’evento Battery Day (che doveva tenersi ad aprile, ma è stato spostato a causa del lockdown, non sappiamo ancora quando) verranno annunciati gli importanti sviluppi del progetto Roadrunner. Al momento, secondo i tecnici, i più forti dubbi su questo tipo di nuove celle di Tesla sarebbero i costi e la sicurezza, se Musk ne parlerà alla manifestazione, probabilmente saranno chiariti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Tesla brevetta batteria da più di un milione di km