Telecamere, Tutor e autovelox: ecco le app salva-multa

Le nuove applicazioni per smartphone individuano i controlli elettronici delle infrazioni stradali. Però non tutte sono infallibili

Altro che app per giocherellare: esistono applicazioni per smartphone che proteggono i tuoi soldi. In che modo? Facile: individuano gli “occhi elettronici” che rilevano le infrazioni stradali. Con quelle app l’automobilista sa dove sono le telecamere e si regola di conseguenza: va piano e non verrà multato. Niente stangata per il portafogli, patente salva, sicurezza stradale che migliora. Il guidatore può tenere sotto controllo gli autovelox (pizzicano chi va veloce in un certo punto), i Tutor (rilevano la velocità media) e altre macchinette, comunque preziose per far calare gli incidenti. Tuttavia, ricordate che non tutte le app sono infallibili.

Fast & Tutor è un’app gratuita (su App Store) che verifica la velocità media nella tratta vigilata dal Tutor. Per Android e IOS, la soluzione gratuita è Tutor Autostrade. Attenzione, entrambe funzionano solo sulle tratte Tutor: appena termina la tratta Tutor, occorre lanciare un’altra applicazione. Utile anche Autovelox Italia CamSam (sempre per Android e IOS) che localizza gli autovelox mobili attarverso Internet (però, nel caso non vi sia copertura 3G, non si ricevono gli avvisi di alta criticità).  TomTom Autovelox per iPhone (in prova gratutita 12 mesi) si basa sulle segnalazioni di 1,6 milioni di iscritti alla community in 15 Paesi, ma questa app non entusiasma per l’interfaccia (abbastanza scarna).

Mentre iCoyote è un’applicazione dall’uso intuitivo che informa sempre sui vari autovelox fissi (fissi, al semaforo, velo ok e speed check e Zone a traffico limitato), indica gli esploratori Coyote in zona (e il livello qualitativo) e segnala la presenza di autovelox mobili. Informazioni riportate pure su una cartina 2D. Nelle tratte Tutor, un’interfaccia diversa indica la distanza dal successivo portale, la velocità reale e la media tenuta sino a quel punto dall’ultimo portale. Si possono anche inviare informazioni riguardo a traffico e incidenti, e un bottone Sos collega il conducente in difficoltà con il 112/115/118. Selezionando l’opzione parcheggio, iCoyote individua dove avete parcheggiato l’auto.

(a cura di OmniAuto.it)

MOTORI Telecamere, Tutor e autovelox: ecco le app salva-multa