Ssangyong XLV, il Tivoli si allunga e diventa ‘crossover wagon’

Arriva nelle concessionarie italiane il nuovo crossover della casa coreana

Uno dei marchi in ascesa in Italia negli ultimi tempi è senza dubbio Ssangyong: la casa coreana ha ottenuto un buon successo di mercato con alcuni dei suoi suv, il Rexton e , soprattutto, il compatto Tivoli. Così ora il brand orientale prova il tris proponendo una nuova tipologia di vettura con lo XLV, l’Extra Lifestyle Vehicle definito ‘crossover wagon’, presentato all’ultimo Salone di Ginevra e ora disponibile nelle concessionarie italiane. In sostanza, Ssangyong propone un crossover, quindi un suv dalle dimensioni comunque compatte, ma con lunghezza maggiorata per offrire più spazio di carico, mantenendo praticità e versatilità.

Basato sulla stessa piattaforma del Tivoli, con il quale condivide il passo da 2,6 metri, lo XLV ‘allunga’ il posteriore di 238 mm, arrivando ad offrire a sedili alzati e quindi con i cinque posti utilizzabili, ben 720 litri di carico, che arrivano a 1440 abbassando i sedili stessi. Anche esteticamente lo XLV riprende lo stile del Tivoli. L’esterno è tra l’elegante e lo sportivo, con la linea del tetto “sospesa” e la possibilità di scegliere tra otto diversi colori, personalizzabili ulteriormente con tinte bicolore per carrozzerie e tetto. L’interno, dal look pulito e lineare, è invece caratterizzato dalla presenza in posizione centrale della plancia dello schermo ad alta risoluzione da 7” per l’infotainment e, tra gli altri, navigatore TomTom e retrocamera.

Soprattutto, c’è da sottolineare una dotazione di serie piuttosto ricca, che comprende anche sedili e volante riscaldabili, climatizzatore automatico bi-zona, e un’ampia gamma di sistemi di sicurezza e assistenza alla guida: tra questi, sette airbag, l’ESP (Electronic Stability Program) multifunzione e il sistema di protezione attiva anti-ribaltamento A.R.P. (Active Rollover Protection), oltre monitoraggio della pressione dei pneumatici.

Passando all’offerta motoristica, si può scegliere tra tre motori 1.6, benzina, diesel e ibrido benzina/GPL, tutti Euro 6. Nello specifico, il benzina e-XGi160 di nuova concezione sviluppa una potenza massima di 128 CV e 6.000 giri/min con una coppia massima di 160 Nm e 4.600 giri/min mentre il diesel e-XDi160 con turbocompressore E-VGT di quinta generazione produce una potenza massima di 115 CV e 3.400 – 4.000 giri/min con una coppia di 300 Nm/1.500 – 2.500 giri/min. Le emissioni? 159 g/km per il benzina e 117 g/km per il diesel. A livello di cambio, di serie c’è il manuale a sei marce con Start&Stop di serie ma su richiesta si può avere l’automatico Aisin a 6 rapporti con 1.800 euro in più.

Discorso simile per la trazione: quella standard è due ruote motrici ma con 1.800 euro si può avere il sistema a trazione integrale a controllo elettronico, che distribuisce la coppia motrice agli alberi di trasmissione anteriore e posteriore, regolandola automaticamente a seconda della superficie stradale e delle condizioni di guida per ottimizzare le prestazioni. In più, la versione XVL 4×4 monta sospensioni posteriori multi-link per assicurare comfort di marcia e con opzione lock (50:50).

Ricordato che sono disponibili sei allestimenti tra benzina e diesel (Start, Go, BE, Limited, Be Visual e Limited Visual), uno sguardo ai prezzi: si parte dai 18.450 per il benzina, dai 20.400 per il 1.6 diesel e dai 20.450 per il bi-fuel mentre il top della gamma è rappresentato dal 1.6 Diesel Limited Visual a 26.750 euro, optional esclusi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Ssangyong XLV, il Tivoli si allunga e diventa ‘crossover wagon&#...