Smart Road, mai più traffico grazie alle auto connesse

La connettività apre nuove frontiere per la mobilità e rende le strade più sicure oltre che sostenibili

Il traffico e le infrastrutture nel campo della mobilità stanno assistendo ad una grande rivoluzione che man mano si sta diffondendo grazie alla connettività, all’intelligenza artificiale e ai big data.

Il rapporto Smart Road che è stato presentato a Indra, una delle società globali di consulenza e di tecnologia di maggiore interesse e leader mondiale nella Smart Mobility, sottolinea quanto le cose stiano cambiando e come, spiegando che: “La connettività delle infrastrutture con veicoli e viaggiatori attraverso l’Internet of Things, l’uso dei dati come un vero generatore di valore nel futuro della mobilità e l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale per facilitare l’automazione, contribuiranno a convertire le strade convenzionali in ecosistemi intelligenti, abilitando una gestione del traffico in tempo reale e automatizzata, più sicura, efficiente e sostenibile”.

La nuova mobilità per il futuro ha differenti obiettivi, le varie tecnologie innovative e la connettività di alto livello potranno migliorare senza dubbio l’esperienza di ogni viaggiatore, contribuire alla riduzione delle emissioni inquinanti di CO2 provenienti dallo scarico dei veicoli, oltre che eliminare quasi totalmente gli incidenti stradali, che purtroppo oggi sono in continuo aumento e sono sempre più gravi.

In un Paese come l’Italia queste nuova applicazioni alla tecnologia sarebbero decisamente importanti, soprattutto considerando il fatto che viviamo in uno Stato in cui sulle strade circolano più di 39 milioni di automobili e quasi 7 milioni di moto, per un totale di 60 milioni di abitanti circa (queste informazioni emergono grazie ai dati ACI). Si parla di circa 645 auto ogni 1000 abitanti su base nazionale, il numero è molto alto ed è anche tra i più elevati che possiamo constatare in tutta Europa.

Delle Smart Road ormai è dal 2018 che parliamo, l’obiettivo è poter innovare e monitorare tutte le strade gestite da Anas, più di 2.500 km di rete nazionale, andando a sviluppare le nuove tecnologie digitali e i sensori dell’Internet of Things e della connettività wi-fi. Questo con l’aiuto di differenti sistemi integrati che devono essere sovrapposti all’infrastruttura già esistente, per svolgere differenti funzioni, tra cui la principale è quella di raccogliere i dati sulla mobilità per avviare una migliore gestione del traffico e una risoluzione più funzionale di altre eventuali problematiche. Smart Road vuole captare le informazioni sfruttandole in modo da migliorare i lati critici della viabilità e della sicurezza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Smart Road, mai più traffico grazie alle auto connesse