Skoda Yeti restyling, nuovo look, allestimenti e motori. Foto

Nuove versioni Outdoor, motori e allestimenti aggiornati e sistema di assistenza al parcheggio per il SUV compatto e versatile della casa ceca

Un’automobile pensata per il tempo libero, pratica e con una certa dose di simpatia, che si intuisce già dal nome: non a caso, la Skoda Yeti portava nei saloni automobilistici, come speciali testimonial, alcuni "uomini delle nevi" che accoglievano i visitatori.

Ora il SUV compatto della casa ceca, all’interno del Gruppo Volkswagen, si rifà il trucco di metà carriera, con alcune novità che riguardano l’estetica, gli allestimenti e i motori. Innanzitutto, come già hanno fatto altre concorrenti, la Skoda Yeti restyling propone un’allestimento specifico denominato Outdoor, con inserti nei paraurti, protezioni inferiori e finiture che la rendono più simile a una piccola fuoristrada.

Le altre Yeti, invece, hanno un look più idoneo all’utilizzo stradale, con il vezzo del paraurti in tinta con la carrozzeria. Cambia il disegno dei cerchi in lega, da scegliere tra quattro tipi diversi, così come quattro sono le nuove tinte metallizzate, che comprendono la Magnetic Brown, disponibile solo per la top di gamma Yeti Laurin & Klement.

Non molte le novità all’interno: i nuovi volanti sportivi, tutti a tre razze, i tessuti diversi e gli elementi di finitura. Quello che non è cambiato, e che è un po’ il piatto forte della Yeti, è il sistema di abbattimento e configurazione dei sedili VarioFlex, che consente di ottenere un bagagliaio da 405 a 510 litri nella configurazione a 5 posti, e di 1760 litri con due posti.

Di nuovo c’è il sistema di Optical Parking Assistant, il primo su una Skoda, che consente di entrare e uscire in modalità semiautomatica da un parcheggio in linea o parallelo al marciapiede; al debutto anche il sistema di accesso e accensione senza chiave Kessy.

Tra le altre opzioni a richiesta, il climatizzatore automatico bizona, il tetto panoramico, i sedili riscaldabili e a regolazione elettrica per il guidatore.

Quanto ai motori, la grande famiglia del gruppo Volkswagen consente di avere una grande possibilità di scelta: si va dai benzina 1.2 TSI da 105 CV e 1.4 TSI da 122 CV ai turbodiesel 1,6 e 2 litri, con potenze fino a 170 CV; da segnalare le versioni Green tec, con sistema di recupero dell’energia in frenata, Start&stop e gomme a bassa resistenza al rotolamento, che consentono consumi ridotti, e il 1.6 TDI 105 CV GreenLine che ha consumi limitati a 4,6 l/100 km, con 119 g/km di CO2.

Alcune versioni possono essere equipaggiate con trazione integrale Haldex e cambio a doppia frizione DSG a sei o sette marce. In arrivo sul mercato a fine anno.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: OmniAuto.it

MOTORI Skoda Yeti restyling, nuovo look, allestimenti e motori. Foto