Sconto multa divieto di sosta: il ministero ti dice che cosa fare

Ora è ufficiale: ecco come fare per ottenere la riduzione del 30% in caso di sosta vietata

Termina la telenovela della multa scontata del 30%. A mettere la parola fine, è il ministero dell’Interno.

Il beneficio era stato introdotto dal 21 agosto 2013, ma molti Comuni non ammettevano la riduzione per i preavvisi da lasciare sul parabrezza per divieto di sosta.

Dove stava il problema? Semplice: per legge, hai diritto allo sconto del 30% se paghi entro 5 giorni dalla notifica della multa a casa, o da quando la Polizia ti dà in mano il verbale.

Invece, il preavviso sul parabrezza non è né notifica né verbale. E allora, alcuni Comuni consentivano lo sconto; altri, vedi Firenze, no.

Proprio il capoluogo toscano ha chiesto delucidazioni al ministero, che sono arirvate ora: sì allo sconto, sempre e comunque.

Il ministero si limita a constatare che, anche per motivi di semplificazione, è bene riconoscere lo sconto anche a chi paga avendo in mano solo un preavviso.

Quindi, in caso di accertamento lasciato direttamente sul veicolo e dunque non in presenza del cittadino (divieto di sosta), l’agente indicherà nei moduli la somma ridotta del 30%, pagabile entro 5 giorni.

Inoltre, dalle note verrà cancellata la parte di frase che non serve più e si leggerà: "Se il versamento non sarà effettuato entro il termine anzidetto (oppure nel caso l’infrazione preveda la decurtazione di punti), al proprietario intestatario del veicolo verranno notificati gli estremi dell’infrazione con la sanzione pecuniaria di cui sopra, maggiorata delle spese di accertamento e di notificazione".

Invece, per la multa consegnata subito, o per la notifica a casa, il verbale contiene un’informativa che indica al cittadino la possibilità di ridurre la sanzione del 30%, se il pagamento è effettuato entro 5 giorni.

Resta però ancora un mistero: Quei Comuni che non avevano riconosciuto il beneficio del 30% per divieto di sosta, come restituiranno i soldi ai cittadini? È corretto che abbiano seguito una linea così dura e formale, a danno degli automobilisti?

(a cura di OmniAuto.it)

MOTORI Sconto multa divieto di sosta: il ministero ti dice che cosa fare