Zenvo ST1, un razzo travestito da auto di serie. Foto

Mostrato a Ginevra un esemplare giallo impressionante che accelera da 0 a 100 km/h in 2,69 secondi

A volte è difficile credere ai costruttori artigianali di supercar, soprattutto quando passano anni fra l’annuncio di un nuovo modello e la produzione in piccola serie dello stesso. E’ un po’ quello che è accaduto vedendo al Salone di Ginevra la Zenvo ST1, quella “vera” che i ricchi appassionati di velocità e potenza possono acquistare al prezzo di circa 800.000 euro.

Lo stile è sempre quello spigoloso e aggressivo visto nel lontano 2008, forse un po’ stagionato dagli anni, ma nel complesso la super sportiva danese colpisce nel segno.

L’obiettivo, secondo il capo dell’azienda Jesper Jensen, non era quello di costruire un razzo su strada che potrebbe battere la Veyron in termini di consumi, ma di costruire un’auto che potesse essere usata facilmente ogni giorno.

La ST1 è stata inizialmente progettata come una rolling chassis, costruita intorno ad una spina dorsale d’acciaio con sospensioni a doppio braccio oscillante e tre vie di ammortizzatori regolabili Öhlins. Una volta che tutto l’hardware era a posto e funzionante per loro immensa soddisfazione, il team Zenvo ha invitato il designer danese Christian Brandt a disegnare i contorni della carrozzeria in fibra di carbonio.

Basso e aggressivo, l’esemplare giallo di Zenvo ST1 visto a Ginevra è davvero impressionante, mentre le finiture interne fatte a mano lasciano un po’ a desiderare. Ricordiamo che la ST1 è spinta da un motore V8 turbo di 6,8 litri, 1.104 CV e 1.430 Nm con il quale è in grado di raggiungere i 375 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 2,69 secondi.  La biposto ginevrina ha un peso complessivo di 1.590 kg, monta ruote da 19” davanti e 20” dietro e come trasmissione usa il manuale 6 marce con leva tradizionale o in opzione il 7 marce con paddle al volante.

(a cura di OmniAuto.it)