Alfa Romeo MiTo e Giulietta Quadrifoglio Verde, il restyling. Foto

La Giulietta Quadrifoglio Verde festeggia 60 anni con 240 CV e la MiTo ha un nuovo colore esclusivo

Prima che arrivasse la 4C era lei la sportiva in casa Alfa Romeo, la Giulietta Quadrifoglio Verde. Ora, per festeggiare il 60esimo compleanno del modello, la gamma dell’Alfa Romeo Giulietta restyling si completa con la versione con il mitico logo “QV” sulla fiancata e con 240 CV di potenza. Per il lancio è stata prevista la serie speciale Giulietta Quadrifoglio Verde ‘Launch Edition’, una tiratura limitata e numerata di 500 esemplari in tre colori (Rosso Alfa, Rosso Competizione tristrato, Grigio Magnesio opaco).

Il restyling della Giulietta “cattiva” debutta al Salone di Ginevra (6-16 marzo), con due vistosi terminali di scarico specifici della Quadrifoglio Verde, cerchi in lega da 17 o 18 pollici con dietro pinze freno Brembo rosse a 4 pistoni e dischi maggiorati da 320 millimetri di diametro. Il logo “QV” è sulla fiancata, sotto l’indicatore di direzione laterale.

Il 4 cilindri turbo 1.750 cc di cilindrata sviluppa 240 CV a 6.000 giri/min e 340 Nm a 2.100-4.000 giri/min, con l’80% di questo valore disponibile a 1.800 giri; il cambio è il doppia-frizione a secco Alfa TCT con possibilità di avere i paddle al volante. Accelera da 0 a 100 km/h in 6,6 secondi, 0,2 secondi in meno rispetto alla versione precedente con cambio manuale.

L’Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde è a listino con una dotazione di serie che comprende sedili sportivi in pelle e Alcantara, assetto sportivo, dispositivo multimediale Uconnect con touch-screen da 5" o 6,5" integrato in plancia, connessione Bluetooth, etc.

La nuova Alfa Romeo MiTo Quadrifoglio Verde, invece, si può avere con un colore di carrozzeria esclusivo, dettagli interni in carbon look e un motore 1.4 da 170 CV abbinato al cambio doppia-frizione TCT a 6 marce.

La tinta dedicata è il Grigio Magnesio opaco, che mette in evidenza le pinze freno rosse e il logo del quadrifoglio sotto l’indicatore di direzione laterale. Nell’abitacolo della nuova MiTo QV domina il nero, che fa, per esmpio, da “base” al volante sagomato in pelle con cuciture bianche a contrasto (riprese sulla leva del freno a mano).

Il 1.4 Turbobenzina Multiair della MiTo Quadrifoglio Verde ha 170 CV a 5.500 giri/min e 230 Nm a 2.500 giri/min, che in modalità Sport diventano 250 Nm. Il cambio è il doppia-frizione a secco TCT con 6 rapporti, che permette uno 0-100 km/h di 7,3 secondi e una velocità massima di 219 km/h. Anche qui tante le dotazioni di serie da listino sono simili a quelli della Giulietta “QV”.

(a cura di OmniAuto.it)
 


 

MOTORI Alfa Romeo MiTo e Giulietta Quadrifoglio Verde, il restyling. Fot...