Salone di Francoforte, la mobilità del futuro secondo Bosch

Shuttle autonomo, pile a combustibile e maggiore attenzione a consumi e ambiente: la visione della Casa tedesca

Al Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte, Bosch illustrerà nei dettagli la propria visione della mobilità del futuro.

Lo farà al padiglione 8 stand C02 della kermesse tedesca, in programma dal 12 al 22 settembre 2019 e contemporaneamente sul circuito eBike dello spazio espositivo Agora. Verranno presentate al pubblico una serie di idee su come la mobilità può diventare ancora più sostenibile, sicura e al tempo stesso, in grado di creare emozioni e fornire il massimo del relax durante la guida.

Una delle innovazioni tecnologiche più interessanti che Bosch presenterà al Salone di Francoforte e alla IAA 2019 è lo shuttle autonomo che viaggia senza autista grazie all’intelligenza artificiale. Nel futuro, vedere uno shuttle a guida autonoma trasportare persone o merci sulle strade delle città di tutto il mondo sarà una pratica destinata a diventare normalissima. Le navette attraverseranno i centri cittadini utilizzando un sistema di propulsione elettrico e saranno connesse con l’ambiente circostante. A rendere tutti i tipi di veicoli autonomi, elettrificati e connessi tra di lori saranno le nuove soluzione tecnologiche offerte proprio da Bosch.

L’azienda multinazionale tedesca, la principale produttrice mondiale di componenti per autovetture, illustrerà anche la nuova piattaforma per l’elettromobilità che aprirà un’interessantissima visione sul futuro delle quattro ruote. Questa piattaforma comprenderà novità che riguarderanno il sistema di propulsione, i freni e lo sterzo delle vetture. Si tratta di un progetto sviluppato in collaborazione con Benteler, marchio specializzato nella produzione di telai e nello sviluppo di tecnologie per l’automotive. Verrà dimostrato che sarà possibile integrare tra loto tutti i prodotti per veicoli elettrici e perfezionare a livello strategico l’offerta che mira a soddisfare i requisiti del mercato.

Secondo Bosch, l’industria automobilistica continuerà a lavorare per perfezionare ulteriormente quello che il mercato chiede, ovvero sia motori termici a benzina e a gasolio, unità elettrificate ed elettriche e celle a combustibile che siano sempre più efficienti e sempre meno costose. Tra i progetti in fase di sviluppo da parte della Casa tedesca ci sono le pile a combustibile che convertono l’idrogeno in energia elettrica e nuovi componenti essenziali che saranno necessari all’interno dei veicoli.

Nella visione del futuro che Bosch presenterà al Salone di Francoforte, l’idea è quella di una mobilità sempre attenta ai consumi e all’ambiente, con soluzioni per ogni sistema di propulsione, compresi anche quelli dei motori a combustione interna.

MOTORI Salone di Francoforte, la mobilità del futuro secondo Bosch