Salone di Kiev, bellezze dell’Est per tutti i gusti. Foto

Il 21° Salone che si svolge nella città Ucraina propone alcune novità automobilistiche internazionali, show su due e quattro ruote e splendide modelle

Un tempo i saloni automobilistici internazionali erano fondamentalmente quelli europei, con le punte più alte nei saloni di Ginevra, Parigi, Francoforte (e  anche Torino, che ora non c’è più), insieme ovviamente a quelli americani. Oggi l’attenzione si sposta sempre di più nei mercati in crescita, per cui acquistano sempre più importanza, ad esempio, i saloni orientali, dove le case automobilistiche presentano numerose novità, non solo destinate al mercato locale, ma spesso create per i mercati internazionali.

C’è dunque un rinnovato interesse anche per il SIA 2013, vale a dire il Salone Internazionale dell’Auto di Kiev, giunto alla 21° edizione, preso in considerazione degli operatori internazionali solo negli ultimi anni. L’edizione 2013 del salone ucraino (29 maggio – 2 giugno) si preannuncia carico di bellezze orientali: ci riferiamo sicuramente alle affascinanti modelle che affiancano le auto anche con piccoli show negli stand, ma anche a una sere di vetture, che, a differenza di un tempo, sono analoghe a quelle in vendita nei mercati più "maturi". Troviamo così presentazioni di nuovi modelli negli stand delle case automobilistiche russe, come GAZ o ZAZ, e molte novità delle sempre più attive case automobilistiche cinesi, i cui nomi cominciano lentamente a suonare familiari anche da noi: Geely, Chery, oppure un marchio una volta vanto dell’automobilismo inglese, MG, oggi rinato a nuova vita ma partendo dalla Cina, con i modelli MG5 e MG3 Cross.

Marchi più noti anche in Italia sono invece quelli coreani, come SsangYong e soprattutto il gruppo HyundaiKia, che porta a Kiev una nuova versione della Hyundai Santa Fe e, per quel che riguarda Kia, la grande berlina di lusso Qoris e l’interessante nuova edizione della pro_cee’d, vale a dire la versione coupé a tre porte della concorrente della Golf prodotta dalla casa e venduta in tutto il mondo. Tra le case americane, che però hanno reparti di ricerca e sviluppo e fabbriche in oriente, troviamo invece General Motors, con i marchi Chevrolet -debuttano i modelli SUV Tracker e Captiva FL- e Opel, con la nuova cabriolet Cascada. Un po’ come il nostro Motor Show di Bologna, anche il Salone di Kiev non è solo esposizione statica di automobili, ma prevede delle aree dimostrative che riguardano anche aziende di equipaggiamenti auto, e soprattutto dei tracciati esterni con show motoristici, come esibizioni di drifting o di stuntmen in auto e in moto. Auto anche come spettacolo, in un mercato orientale carico di ottimismo.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Salone di Kiev, bellezze dell’Est per tutti i gusti. Foto