Salone di Detroit: con Mercedes-AMG 53 l’ibrido si fa sportivo

Il nuovo motore 6 cilindri 3.0 aggiunge brio a Classe E Coupé, E Cabriolet e CLS

La Formula 1 in primis ha dimostrato che motore ibrido non è neppure lontanamente sinonimo di vettura “sdraiata” su prestazioni paciose. Gli esempi di supersportive stradali “ibride” ormai non si contano più, e la scelta di adottare queste soluzioni certo non deriva dalla necessità di far risparmiare alla stazione di benzina i proprietari di auto da centomila euro…

In questo scenario, ecco che anche AMG ha deciso di abbracciare l’ibrido e al Salone dell’automobile di Detroit ha presentato in anteprima le versioni Mercedes-AMG 53 delle E Coupé, E Cabriolet e CLS. Tutte e tre sono dotate di un piccolo motore elettrico che aggiunge ulteriore brio a quello a benzina, rendendo le Mercedes-AMG 53 decisamente più scattanti e divertenti.

Il motore ibrido delle Mercedes-AMG 53 poggia sull’EQ Boost, un alternatore capace di sviluppare fino a 22 CV e 250 Nm, che vanno a sommarsi ai 435 CV e 520 Nm del sei cilindri 3.0. La sua azione si sprigiona alle basse velocità, proprio quando ancora il motore a benzina non dà il meglio di sé e si traduce in uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi e in dati di consumo di circa 12 chilometri con un litro.

Posto fra il 3.0 e il cambio, EQ Boost alimenta l’impianto elettrico supplementare a 48 volt. Quello tradizionale da 12 volt continua invece a dar corrente all’illuminazione, alla plancia e al sistema di infotainment.

I modelli AMG 53, con il loro look decisamente più sportivo rispetto al modello su cui sono basate, dispongono inoltre di cambio automatico a 9 marce e trazione integrale 4Matic+.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Salone di Detroit: con Mercedes-AMG 53 l’ibrido si fa sportivo