Renault Twin’Run, concept da 320 CV che anticipa la futura Twingo

Il prototipo si ispira a due belve sportive del passato: la Renault Clio V6 e la Renault 5 GT Turbo

Un’auto del futuro per rievocare il passato. E’ quello che i francesi della Renault hanno provato a fare con il prototipo che ha da poco corso sulle strade del Gran Premio di Montecarlo, in occasione della gara di Formula 1. Perché la macchina in questione non prefigura solo le linee di quella che sarà la nuova Renault Twingo, piccolina adatta per sgusciare nel traffico della città. La Renault Twin’Run – questo è il nome della concept car di cui stiamo parlando – infatti rievoca anche due storiche sportive del marchio della Losanga: la Clio V6 degli anni ‘80 e la R5 GT Turbo degli anni Duemila.

Il prototipo visto per la prima volta al GP di Monaco è in realtà una vera e propria auto da corsa, con un telaio tubolare e un motore V6 da 320 CV montato in posizione posteriore centrale. Si tratta dello stesso propulsore della Renault Mégane Trophy. Sulle strade del principato monegasco la Renault Twin’Run ha fatto da apripista ad una corsa ad inseguimento, assieme proprio alle “vecchiette” R5 Turbo e Clio V6. Al volante dei tre bolidi si sono cimentati Carlos Tavares, Direttore Generale Delegato alle Operazion,  il pilota di F1 Charles Pic e il pilota “cult” Jean Ragnotti.

La Renault Twin’Run segue nel tempo un altra concept car,  la Renault Twin’Z, che affianca nel percorso che porta alla ridefinizione dello stile Renault, con a capo Laurens van den Acker. Per questo designer la “Twin’Run è un cocktail di energia, passione e sportività. Risveglia il ricordo delle auto emblematiche degli sport automobilistici della marca. Dopo la gemella Twin’Z, concept-car urbana e alla moda, Twin’Run dimostra come la personalizzazione sia al centro della nostra strategia”. Secondo Axel Breun, Direttore Design delle Concept-Car, la Twin’Run invece “incarna quella piccola vena di follia che Renault alimenta da decenni, per la gioia degli appassionati di sport automobilistici. Nessuno ha dimenticato la R5 turbo o la ClioV6. Twin’Run è la degna erede di quei piccoli bolidi super energetici, che suscitavano tanta simpatia”.

Sia la Clio V6 che la R5 GT Turbo sono invece le portavoci della voglia di sportività estrema, a tutti i costi, trasportata anche nel corpo vettura di una utilitaria. La Renault 5 GT turbo pesava 970 kg e aveva un motore quattro cilindri di 1,4 litri da 160 CV con turbocompressore, per una velocità massima superiore ai 200 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 coperta in poco più di 6 secondi. La Renault Clio V6, da parte sua, pesava circa 1.500 kg e montava un motore 3.0 V6 da 226 CV, per uno 0-100 km/h da poco meno di 7 secondi.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Renault Twin’Run, concept da 320 CV che anticipa la futura ...