Kadjar, il nuovo crossover di casa Renault

La casa francese ha presentato Kadjar, nuovo crossover di segmento C

Si chiama Kadjar ed è il nuovo crossover di segmento C con cui la Renault vuole far sentire la sua presenza in un settore del mercato in continua espansione. Fratello maggiore del Captur e minore del Koleo, il nuovo Kadjar  richiama nel nome da una parte il ‘quad’, veicolo in grado di percorre ogni tipo di tracciato, e dall’altra la parola francese ‘jaillir’, ovvero agile, che spunta all’improvviso.

Tecnicamente, invece, il grado di parentela più stretta è certamente quello con il ‘cugino’ Nissan Qashqai, con cui condivide la piattaforma CMF, comune anche ad altri modelli Renault e Nissan come X-Trail ed Espace, e probabilmente – anche se non è stata data alcune comunicazione ufficiale in merito – la tipologia di motori. I propulsori dovrebbero essere quattro unità turbo: due benzina, 1.2 da 116 CV e 1.6 da 163 CV, e due diesel, 1.5 da 110 CV e 1.6 da 131 CV.

Esteticamente il Kadjar, pur con una propria personalità, richiama in parte il Captur e, seppure su dimensioni decisamente diverse, la Clio. La linea è filante ma rinforzata da caratteristiche come le fiancate, lievemente incavate, e i parafanghi, dal look robusto. Robuste sono certamente le misure: il crossover della Losanga è lungo 4,45 m, largo 1.84 m e alto 1,60m.

L’altezza dal suolo è di 190 mm e se l’abbiniamo alla trazione integrale (ma è disponibile anche la 4×2 ‘aiutata’ dall’Extended Grip), alle grandi grandi ruote da 690 mm con cerchi fino a 19″ e agli angoli di attacco e di uscita, rispettivamente di 18° e 25°, si capisce come il nuovo Kadjar abbia una vocazione più da fuoristrada di alcuni suoi colleghi di segmento. Attenzione anche ai gruppi ottici, disponibili anche in LED e, visivamente, ìmparentati’ con la tradizione Renault.

Gli interni, come da segmento, sono decisamente curati, con ‘chicche’ come la doppia impuntura dei tessuti dei sedili e la maniglia di presa per il passeggero mentre il bagagliaio è da 472 litri. Sul cruscotto spicca lo schermo a colori TFT da 7″, particolarmente luminoso, che migliora la leggibilità delle informazioni. Il Kadjar propone, come l’Espace 2015, il nuovo sistema Renault R-Link 2, equipaggiato con riconoscimento vocale per navigatore, telefono, applicazioni e radio, permettendo così un accesso semplificato e sicuro alle funzionalità grazie anche alle app.

Tra i sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, presenti quello alla frenata di emergenza, l’allarme per superamento della linea di carreggiata, il riconoscimento della segnaletica stradale con allarme per limiti di velocità e la retrocamera.

Il nuovo Kadjar sarà commercializzato dalla prossima estate, mentre il listino prezzi verrà svelato a maggio, anche se si dovrebbe partire da 23mila euro. La sfida a Qashqai, Cherokeee, Vitara & Co. è lanciata. Sarà vinta?

MOTORI Kadjar, il nuovo crossover di casa Renault