Renault Captur, la nuova generazione è ibrida

Entro la fine del 2019 arriverà la seconda generazione di Renault Captur per nuovi grandiosi successi

La Renault Captur è un modello davvero formidabile, soprattutto con i nuovi motori, in vetta alle classifiche di vendita.

Il suv francese verrà riproposto in una nuova versione proprio entro la fine di quest’anno, la Casa non si accontenta dei risultati, purché ottimi, ottenuti finora, e continua la produzione proponendo la seconda generazione. Molti elementi e aspetti della meccanica, degli interni e della tecnologica di ultima generazione saranno gli stessi della Clio, che tra l’altro è appena stata presentata nella sua quinta generazione in occasione dell’89esima edizione del Salone di Ginevra il mese scorso.

Sul web sono appena circolate alcune foto spia che mostrano la nuova Renault Captur camuffata, anche se un po’ meno nascosta rispetto alle immagini che avevamo visto alla fine dello scorso anno. Sembra comunque che i designer che hanno lavorato alla vettura abbiano cercato di mantenere il più possibile le forme dell’attuale generazione, che ha ottenuto un successo clamoroso, senza cambiare di troppo l’estetica. Quindi la Captur 2 non verrà stravolta, stessa strategia utilizzata per la Clio 5, vedrà però un’evoluzione con linee più marcate e dettagli moderni, che si noteranno molto soprattutto nei gruppi ottici Led.

Quello che invece cambierà in maniera molto evidente nel suv di nuova generazione Renault Captur sono gli interni, che vedranno praticamente la stessa impostazione a tutto schermo della nuova Clio. Il display dell’Infotainment sarà da 9.3 pollici con orientamento verticale e la strumentazione digitale invece sarà presente in versione da 7 o da 10 pollici. Materiali innovativi e soft-touch per la nuova plancia, che non rinuncia agli elementi confortevoli per i passeggeri, come il vano portaoggetti incassato davanti al passeggero che sta di fianco al conducente.

Anche l’evoluta tecnologia sarà ereditata dalla nuova Clio 5, infatti la Captur di ultima generazione monterà tutti gli ADAS più recenti, presenterà livello di guida autonoma 2, e soprattutto verrà realizzata la versione full-hybrid. Secondo quanto siamo riusciti a captare dai rumors e dalle indiscrezioni che girano in rete, la nuova Renault Captur sarà anche la prima auto in assoluto a cui verrà montata la tecnologia ibrida plug-in. Con un pacco batterie più grande che permetterà di aumentare l’autonomia di viaggio in modalità completamente elettrica del suv di successo, arrivando a 50 km circa.

MOTORI Renault Captur, la nuova generazione è ibrida