Rc Auto e Coronavirus, i premi delle polizze diminuiscono

Uno degli effetti "collaterali" del COVID-19 è il calo sensibile dei premi delle RC Auto: ecco le regioni più "virtuose"

Il settore automobilistico è bloccato da settimane, non saprà quando potrà tornare alla normalità e fosche nubi si addensano sul suo futuro. Allo stesso tempo, anche gli automobilisti (o, quanto meno, la stragrande maggioranza) sono bloccati in casa e i loro veicoli parcheggiati in garage o un altro luogo di sosta ormai da diverso tempo.

Una situazione di stallo che, almeno apparentemente, sta avendo un effetto per molti versi inatteso: i prezzi delle polizze assicurative sono in forte calo. Questo, almeno, è quello che emerge dall’ultimo report di SOStariffe.it, uno dei maggiori portali in Italia per il confronto delle RC Auto (e non solo). Stando ai dati raccolti dal sito, il costo medio dei premi per guidatori tra i 35 anni e i 54 anni si è abbassato anche del 23% rispetto al periodo pre-pandemico.

Nello specifico, si legge nell’analisi effettuata dal portale web, in tutto lo Stivale il costo medio della RC Auto è calato dell’11,6% rispetto ai prezzi rilevati nel mese di febbraio. Una diminuzione che in alcune regioni è stato più sensibile che in altre: gli automobilisti pugliesi, ad esempio, hanno visto un calo dei premi RC Auto del 23,4%, quelli lombardi del 20,1% e quelli liguri del 18,6%. Valle d’Aosta e Abruzzo sono, invece, in controtendenza, con una crescita dei costi dell’RC Auto rispettivamente del 2,7% e del 14,6%.

Il calo, sostiene il responsabile della BU “Assicurazioni” di SOSTariffe Roberto Pierri, è dovuto principalmente alla diminuzione del traffico registrato da inizio mese e al conseguente calo di sinistrosità. “Quello che notiamo a partire dalla settimana del 2 marzo – afferma il manager – è una progressiva riduzione dei premi RC Auto che ha toccato la scorsa settimana picchi di oltre il 20% rispetto al periodo pre-crisi.”

Una flessione dovuta, almeno in piccola parte, alle novità presenti all’interno del decreto “Cura Italia”. Anche se quest’ultimo non ha portato allo stop delle assicurazioni auto e moto, ha comunque esteso da 15 a 30 giorni del periodo nel quale l’auto può continuare a circolare anche senza copertura assicurativa. Probabile, dunque, che molti automobilisti in difficoltà economica abbiano deciso di posticipare il rinnovo della RC Auto, facendo così diminuire la domanda di polizze, con conseguente calo di prezzi da parte delle Compagnie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Rc Auto e Coronavirus, i premi delle polizze diminuiscono