Pronta al debutto la nuova Jaguar elettrica I-PACE

Grande efficienza aerodinamica, spazi interni spaziosi ed eleganti... e zero emissioni

“L’assenza di emissioni, di particolato e di CO2, ci consente di avvicinarci sensibilmente alla nostra visione di un futuro sicuro, pulito e sostenibile”, queste le parole con cui Ralf Speth, CEO di Jaguar Land Rover, ha presentato la declinazione green della pluripremiata F-Pace. Del resto le prestazioni di I-Pace appaiono sorprendenti da tutti i punti di vista, sia ecologici che meramente sportivi: i motori Jaguar abbinati alle prestazioni della trazione AWD consentono di erogare una potenza di 400 CV, una coppia di 696 Nm e di raggiungere i 100 km/h in 4,8 secondi, mentre la batteria agli ioni di litio da 90 kWh offre un’autonomia di 480 km.

Il claim della I-Pace elettrica potrebbe essere “prestazioni sportive sostenibili”. La sua tecnologia poggia su un’innovativa batteria agli ioni di litio da 90 kWh che impiega 432 celle “pouch” (a sacchetto). Utilizzando un dispositivo di ricarica rapida a corrente continua da 100 kW, è possibile ricaricare la batteria da 0 all’80% in appena 40 minuti (mentre i primi 15 minuti già assicurano un’autonomia di 100 km), che diventano 10 ore utilizzando un wall box domestico a corrente alternata da 7 kW, ideale per la ricarica notturna.

La vettura dispone di due motori elettrici con alberi di trasmissione passanti tra i motori stessi per una maggiore compattezza. Posizionati su ciascun asse, consentono alla vettura di garantire i valori di potenza già citati, erogati in un eccellente comfort. La sua architettura in alluminio, poi, offre maggiore leggerezza e rigidità della struttura.

Ovviamente stiamo parlando di una Jaguar, e quindi è d’obbligo far cenno al design: sorta di coupé ispirata alla supercar C-X75, è caratterizzata da un cofano corto e ribassato, design aerodinamico del tetto che ben si lega al lunotto posteriore ricurvo. Uno stile cab-forward che trova una forte e suggestiva discontinuità con il posteriore squadrato, che contribuisce a ridurre il coefficiente di resistenza a soli 0,29 Cd.

Il DNA Jaguar si riflette anche negli spaziosi interni, attentissimi ai dettagli, e che adottano materiali sofisticati, come i rivestimenti premium Kvadrat. Nonostante sia un SUV compatto, nel posteriore, lo spazio per le gambe è di 890 mm e l’assenza di un convenzionale tunnel di trasmissione consente di avere un utile scomparto centrale da 10,5 litri. Sotto i sedili posteriori è stato posizionato un vano portaoggetti ideale per computer e tablet, mentre il bagagliaio offre una capacità di carico di 656 litri, che diventano 1.453 con i sedili abbattuti.

La vettura adotta il sistema d’infotainment Jaguar Touch Pro Duo. Molto intuitivo da utilizzare, vanta un nuovo sistema di navigazione, prezioso per ottimizzare l’autonomia della batteria analizza. Infatti è in grado di analizzare la topografia del percorso e i dati dei tragitti precedenti, come ad esempio lo stile di guida, per calcolare con eccezionale precisione lo stato di carica della batteria e la relativa autonomia d’esercizio. La tecnologia “Smart Settings”, basata su algoritmi AI, serve a individuare le preferenze del guidatore e adeguare sia le impostazioni che l’ambiente di guida della vettura. I-Pace sarà anche la prima Jaguar in grado di ricevere gli aggiornamenti software in modalità wireless.

La vettura è già ordinabile ed è in vendita a partire da 79.790 euro.

IPace

MOTORI Pronta al debutto la nuova Jaguar elettrica I-PACE