Il primo motore per auto elettriche prodotto da Yamaha

La Casa giapponese torna nel settore dei propulsori delle quattro ruote con una moderna unità elettrica

Yamaha si appresta a presentare il suo super motore per auto elettriche: sarà a disposizione dei costruttori nelle versioni con potenze che andranno dai 47 ai 237 cavalli.

La Casa giapponese, dopo aver fornito a Volvo fino al 2011 il motore B8444S, un V8 benzina 3.4 da 315 cavalli, torna nel settore dei propulsori per automobili. Questa volta, però, l’azienda di Iwata realizza una moderna unità concepita per le vetture elettriche. Il motore sarà messo a disposizione dei costruttori in diversi tagli che andranno a coprire differenti potenze erogate, fra i 25 e 300 kW, ovvero dai 47 fino ai 237 cavalli.

Attraverso un comunicato ufficiale pubblicato nelle scorse ore, la Yamaha ha specificato che la nuova unità destinata alle vetture a propulsione elettrica è un motore sincrono a magneti permanenti che potrà essere personalizzato in base alle esigenze specifiche di ogni singolo cliente.

La Casa giapponese, al fine di mostrare le potenzialità del motore, il primo realizzato per il settore dei propulsori automobilistici dopo il B8444S, fornito a Volvo fino al 2011, ha rilasciato un video nel quale mostra il prototipo della nuova unità elettrica mentre viene collaudata su un’auto mimetizzata che ha tutta l’aria di essere un’Alfa Romeo 4C.

Yamaha torna a spingersi nel mondo delle quattro ruote a distanza di anni, ma per l’azienda nipponica si tratta di un ritorno in un universo nel quale si è affermata per diverso tempo. Molto lunga la parentesi in Formula 1, iniziata nel 1989 e andata avanti fino al 1997. Nell’arco di otto anni, la Yamaha si è contraddistinta in pista come fornitore di motori per diversi team: Zakspeed, Brabham, Jordan, Tyrrell e Arrows.

Yamaha si è resa protagonista di diversi progetti nel mondo delle auto, fra i quali ne spiccano due in particolare. Il primo è il prototipo OX99-11, una super sportiva con motore V12 da 400 cavalli che poteva accelerare da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi. Il progetto naufragò per diversi problemi, tra i quali il prezzo d’acquisto troppo elevato: 800 mila dollari. Al  giorno d’oggi, comunque, esistono ancora tre esemplari del prototipo lanciato nel 1992. L’altro progetto, più recente, è quello della Sports Ride, una berlinetta che venne presentata dalla Yamaha in occasione del Tokyo Motor Show del 2015.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il primo motore per auto elettriche prodotto da Yamaha