La prima e unica hypercar artigianale tutta italiana

La PJ-01 è una supercar nata dall'ambizione dell'imprenditore Juri Pambuffetti, appassionato di auto da corsa

Porta la firma del 43enne Juri Pambuffetti la prima hypercar artigianale italiana, nata in terra umbra. La supercar, che prende il nome di PJ-01, è ancora in attesa del lancio ufficiale e della prova su strada che potrà consacrarne il debutto, ma il progetto dell’imprenditore avanza e prende sempre più forma.

Mix di coraggio, determinazione e un pizzico di follia, la vettura sportiva è frutto di un progetto nato nel 2017. Pambuffetti, che nella seppur giovane carriera vanta esperienze vissute nell’azienda meccanica di famiglia, ha deciso di realizzare il sogno di dar vita a una supercar che racchiudesse nel proprio DNA le tipiche caratteristiche di una monoposto di Formula Uno.

Nata dalla passione e dall’amore per i motori del giovane imprenditore, la PJ-01 è il risultato del lavoro di un “dream team” riunito dal 43enne umbro. La mission del gruppo, come sottolineato dallo stesso Pambuffetti, è far “vivere le esaltanti sensazioni di una monoposto su strada”, con l’obiettivo non dichiarato di ripercorrere le gesta delle hypercar Ferrari. Il modello è stato sviluppato così per regalare al pilota una guida e una performance vicine a quelle di una monoposto a ruote scoperte.

L’innovativa hypercar artigianale Made in Italy trova nel suggestivo volante il cuore pulsante delle più importanti funzioni della vettura, e ad occhio non è facile distinguerlo da uno qualsiasi implementato nelle moderne auto di Formula Uno. In alluminio e carbonio, diventa un vero e proprio cockpit che permette al pilota di gestire tutte le funzioni necessarie ad adattare le prestazioni a ogni esigenza di guida. Anche il cambio, a sei marce, è presente sul volante.

Estraibile grazie al Quick Release, come nelle vetture da corsa, l’innovativo manubrio dà un tocco inedito all’assetto di guida. La posizione delle gambe e la pedaliera, infatti, sono sollevate rispetto alla seduta, per avere sempre il massimo controllo in ogni condizione di guida.

L'hypercar artigianale italiana

Il volante della PJ-01 è ispirato a quelli delle moderne monoposto di Formula Uno

Passando al telaio, Pambuffetti ha deciso di sviluppare la supercar con un ibrido in acciaio strutturale e carbonio. La carrozzeria è interamente in carbonio, anche questo rigorosamente Made in Italy, mentre le sospensioni sono a doppi triangoli sovrapposti con sistema Push-Rod sulle 4 ruote.

Il motore, infine è un 10 cilindri da 5,200 cc, con una potenza di 800hp. In attesa di conoscere i riscontri su strada, che vedono nei record di Pininfarina Battista un target da raggiungere nel tempo, la nuova PJ-01 è già finita al centro dell’attenzione degli esperti per la grande cura per l’ottimizzazione dei flussi aerodinamici che permettono alla supercar di ottenere valori importanti sia in frenata che nella velocità di percorrenza delle curve.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI La prima e unica hypercar artigianale tutta italiana