Peugeot, i motori del futuro debuttano a Ginevra. Foto

L'esordio più importante sarà quello delle versioni e-THP dei motori 3 cilindri a benzina PureTech

Peugeot si prepara al Salone di Ginevra (4-16 marzo 2014) con un paio di novità importanti come la 108 e la 308 SW, ma non tralascia di mostrare al pubblico le sue innovazioni nel campo dei propulsori e delle tecnologie ibride, già pronte per le auto di serie o quelle che arriveranno nei prossimi anni. Il debutto più importante è quello delle versioni e-THP dei motori 3 cilindri a benzina PureTech.

La prima vettura del Leone a montare questa unità è la Peugeot 308 SW 1.2 e-THP 130 CV, dotato proprio del 3 cilindri turbo a iniezione diretta di benzina (200 bar) che sviluppa appunto 130 CV e 230 Nm. Il segmento C della Peugeot 308, costruito sulla nuova piattaforma modulare EMP2 di Peugeot , sarà disponibile con vari motori. Tra le scelte c’è proprio un 1,2 litro e- THP turbo a tre cilindri che produce sia 110 CV che 130 CV e un 1.6 e – THP da 125 CV che produce 156 CV.  Il 1,2 litro e- THP da 110 CV o 130 CV è nuovo e sarà per la prima volta utilizzato in qualsiasi Peugeot, il prefisso ‘e’ fa riferimento a un sistema Stop / Start.

Non meno promettente è la tecnologia BlueHDi applicata a Peugeot 308, 308 SW e 508, che unendo il filtro antiparticolato con additivo (FAP) alla funzione SRC riesce quasi ad annullare il particolato (-99,9%) e a ridurre gli ossidi di azoto del 90%. I consumi sono ridotti e, cosa altrettanto importante, sono conformi alla normativa Euro 6.

Si parla di 82 g/km di CO2, pari a 3,1 l/100 km . BlueHdi è  il  sistema  antinquinamento  Diesel  più  efficiente  del  mercato  in  termini  di  riduzione  delle  emissioni inquinanti, tra cui gli ossidi di azoto (NOx) e il particolato che rappresenta l’esclusiva associazione fra la catalisi di ossidazione, la SCR e il FAP. Sulla Peugeot 508 2.0 BlueHDi 180 e sulla 308 SW 2.0 BlueHDi 150 arriva anche l’inedito cambio automatico Aisin 6 marce che riduce consumi ed emissioni garantendo una maggiore fluidità di funzionamento. A Ginevra c’è anche la concept Peugeot 2008 HYbrid Air, l’ibrida ad aria compressa che dal 2016 potrà dare vita a rivoluzionarie vetture ibride di segmento B e C, 208 e 308 con le bombole d’azoto.

(a cura di OmniAuto.it)
 


 

Fonte: Ufficio Stampa

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Peugeot, i motori del futuro debuttano a Ginevra. Foto