Pagani Huayra R, nuove anticipazioni sull’hypercar modenese

La supercar, progettata per la pista, monterà un motore V12 di Mercedes-AMG che potrebbe erogare 900 CV

Cresce l’attesa per l’esordio la nuova hypercar di Pagani. Si tratta di Pagani Huayra R, la supercar progettata appositamente dalla Casa per correre in pista e non omologata per l’uso stradale. La sportiva, motorizzata Mercedes, viene via via svelata sempre più e il suo debutto non sembra poi essere così lontano.

L’azienda modenese, che nel 2020 ha tolto i veli alle eccezionali supercar Roadster BC e Imola, tiene ancora nascosti i dettagli di design del nuovo modello che però, come i predecessori, si pone l’obiettivo di stupire sul tracciato. Dopo aver svelato, nelle scorse settimane, alcune specifiche sul motore, che potrebbe essere in grado di erogare più di 900 CV, da Pagani arriva un nuovo colpo d’occhio che sottolinea sempre più il lavoro oculato dei progettisti.

La nuova hypercar, che spera di ripercorrere le gesta dei modelli del passato, è stata sviluppata infatti con l’obiettivo ben chiaro di sfruttare quanto più possibile l’aerodinamicità del mezzo.  Dopo alcune anticipazioni, che ipotizzavano l’airscoop montato sul tetto, da parte della Casa modenese è arrivata la conferma del posizionamento che può fornire un’adeguata quantità di aria al dodici cilindri. Di forma ovale, il componente sulla supercar ricorda il logo Pagani e viene sormontato da un elemento a punta.

La Casa modenese, che grazie all’accordo con Mercedes-AMG potrà contare su un motore V12, ha progettato la nuova Huayra R ispirandosi ai modelli che hanno fatto la storia. Dalla Huayra tradizionale, passando per la Zonda R e la Porsche 917, l’hypercar dell’azienda è pronta a stupire in termini di aerodinamica.

Da Pagani, che tra i suoi estimatori più influenti ritrova il presidente dell’Inter Steven Zhang, arriva la conferma dei rumors che volevano nei passaruota anteriori gli sfoghi d’aria, questi ultimi importanti per la riduzione della pressione generata dal rotolamento degli pneumatici. Guardando al posteriore, poi, la Casa ha sviluppato un grande alettone che, suddiviso in due profili, è sorretto da sostegni a collo di cigno.

L’auto, attesa alla prova in pista, potrebbe vedere rivoluzionata anche l’apertura tipica delle Huayra tradizionali. Se i modelli del passato erano caratterizzate dall’apertura ad ali di gabbiano, secondo le indiscrezioni fin qui fornite sembra che Huayra R si muoverà in tutt’altra direzione, con le prese d’aria generose dietro le porte e l’airscoop sul tetto che potrebbero portare la Casa modenese a progettare una nuova.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Pagani Huayra R, nuove anticipazioni sull’hypercar modenese