Il Paese dove le auto elettriche costano meno di quelle a benzina

Al contrario di ciò che accade in Italia, ci sono Paesi in cui le vetture elettriche hanno un listino più conveniente rispetto a quelle termiche, anche in Europa

La transizione energetica ha preso il via, si procede lentamente ma costantemente verso un unico obiettivo: una mobilità a zero emissioni entro il 2035. Staremo a vedere mese dopo mese che cosa cambierà, intanto possiamo dire che nel nostro Paese i dubbi sono ancora molti.

Se da una parte infatti si spinge la popolazione all’acquisto di auto elettriche, dall’altra gli stessi sono bloccati dai prezzi troppo alti e dalla mancanza di una rete ben sviluppata di colonnine di ricarica. Eppure ci sono Paesi, anche in Europa, dove le vetture a zero emissioni costano addirittura meno rispetto quelle a benzina e diesel. Stiamo parlando della Norvegia, in cui i prezzi delle macchine a batteria sono almeno il 15% inferiori rispetto a quelli dei modelli termici.

Norvegia: l’unico Paese europeo in cui conviene comprare l’auto elettrica

Al momento la Norvegia è in realtà l’unico Paese in Europa in cui le auto elettriche costano meno rispetto a quelle diesel e a benzina. In Italia, come sappiamo, i listini sono ancora troppo elevati e quindi le vendite di veicoli a batteria non hanno ancora raggiunto i numeri sperati. Per riuscire a comprendere meglio la situazione, possiamo dire che le auto elettriche in Italia hanno un prezzo mediamente superiore del 42% rispetto a quelle termiche, in Germania dell’8%, ma in Franci e nel Regno Unito va ancora peggio rispettivamente +45% e +51%.

C’è da dire che la Norvegia ha fatto enormi investimenti per le infrastrutture, e sono state attivate anche diverse facilitazioni di natura fiscale. Questo significa niente IVA né tassa per l’acquisto, una riduzione della tassa di circolazione e altri interventi sulle imposte. Il prezzo medio per una nuova auto elettrica in Norvegia oggi è quindi di 44.500 euro, di un modello con motorizzazione tradizionale invece 53.000 euro.

Gli altri Paesi in cui l’auto elettrica conviene

Uscendo dall’Europa, anche in Cina il prezzo di un’auto elettrica è più basso rispetto a quello di un modello a benzina o diesel. Prezzo medio di 22.072 euro per le vetture a zero emissioni, di 23.703 euro per quelle termiche. In UE comunque (più Norvegia e Gran Bretagna) il prezzo medio di un’auto elettrica di attesta su 42.568 euro, quello dei modelli tradizionali invece su 32.218 euro. Negli USA invece il costo dei modelli a zero emissioni è di 36.139 euro, delle auto diesel e benzina di 24.866 euro.

Al netto dell’inflazione, un elemento significativo nell’aumento dei prezzi medi delle vetture elettriche in realtà è quello che offrono i produttori e che viene acquistato in quantità più elevate dai consumatori. Ad oggi possiamo dire che, da gennaio a giugno del 2022 all’interno dell’Unione Europea più Finlandia e Islanda, queste sono state le auto elettriche più vendute, le preferite dai cittadini del Vecchio Continente. Al primo posto c’è Tesla Model Y, con un totale di 44.472 immatricolazioni, segue l’altro modello di successo della Casa di Elon Musk, Tesla Model 3 (39.896), terzo posto per Fiat 500 (32.777).

Scendiamo dal podio e troviamo la Peugeot 208, con 22.899 immatricolazioni, Volkswagen ID.4 (22.619), Kia Niro (22.534), Skoda ENYAQ (21.492) di cui abbiamo tanto parlato nelle ultime settimane, Renault Zoe (20.903), Hyundai Kona (19.954) e infine Dacia Spring, che chiude la classifica con 19.687 unità vendute.