Opel Zafira si rinnova all’insegna di comfort e tecnologia

Opel ha presentato la nuova versione della sua monovolume di successo

A diciassette anni dal lancio del modello originale, Opel ha svelato la nuova Zafira, una delle auto di maggior successo nel segmento delle monovolume con 2.7 milioni di esemplari venduti dal 1999. Auto che vince non si cambia? Tutt’altro: per fronteggiare una concorrenza agguerrita, che si è ora allargata anche a certe tipologie di suv e crossover, a Rüsselsheim hanno deciso di intervenire in modo tutt’altro che trascurabile sul loro gioiello, sia a livello estetico che tecnologico.

Esternamente il cambio di look si nota soprattutto sul frontale, dove spicca la nuova barra cromata scolpita, con il logo che prosegue nei fari anteriori, aumentando l’impressione di larghezza dei fari stessi, che a loro volta si fondono nella griglia dando l’idea di un unico quadro grafico. Rivisti anche i gruppi ottici, con le luci per la marcia diurna con la doppia ala, mentre le ruote sono ora alloggiate in passaruota più robusti. L’immaigne complessiva che se ne ricava è quella di un’auto più grintosa e dinamica.

Rivisto anche l’interno, con una plancia completamente nuova e più ‘pulita’, nella quale lo schermo del sistema di infotaiment, ora touchscreen da 7″, è stato spostato più in basso nella console centrale, integrandovi diversi comandi, in modo da togliere qualche pulsante di troppo che ‘appesantiva’ l’immagine complessiva.

A proposito di infotainment, la nuova Zafira offre due sistemi IntelliLink di ultima generazione: il R4.0 Intellink, che offre compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto, e l’Opel OnStar (standard sugli allestimenti Elective e Innovation), con diverse funzioni tra cui l’utile chiamata automatica in caso di incidente.

Soprattutto, in casa Opel si è fatto il possibile per aumentare il comfort di guidatori e passeggeri con i sedili sportivi certificati AGR a richiesta, regolabili in 6 direzioni, e la multifunzione FlexRail, un sistema modulare composto da un grande contenitore e da portabicchieri che scorrono su binari di alluminio fino a raggiungere la posizione desiderata. In generale, come da tradizione, è tanto lo spazio: in configurazione 5 posti (c’è, come sempre, pure quella a 7), il bagagliaio ha una capienza di può trasportare 710 litri, che diventano ben 1.860 abbattendo i sedili della seconda fila.

Al comfort e ad aumentare la sensazione di spazio e luminosità contribuiscono anche i nuovi parabrezza e tetto panoramico – quest’ultimo a richiesta -, senza contare la presenza nella vettura di più di 30 vani portaoggetti e del portabiciclette FlexFlix, estremamente duttile e funzionale.

Ampia pure la gamma di sistemi di assistenza e sicurezza: già citato il sistema Opel OnStar, da ricordare sono soprattutto i nuovi fari ‘adattivi’ Adaptive Forward Lighting con LED, l’indicatore della distanza di sicurezza Following Distance Indication (FDI), l’allerta per superamento di carreggiata Lane Departure Warning – attivo oltre i 60 km/h -, il Cruise Control Adattivo e il sistema di controllo dinamico dell’assetto Flex Ride.

Ancora non svelata nello specifico, invece, la gamma dei motori, che vedrà comunque la Zafira unica vettura della categoria ad offrire una proposta completa, con propulsori benzina, diesel e metano. La nuova monovolume targata Opel arriverà nelle concessionarie ad ottobre con listino prezzi ancora da definire: per avere un metro di paragone, il precedente modello partiva da 25.350 euro.

MOTORI Opel Zafira si rinnova all’insegna di comfort e tecnologia