Opel Karl, la citycar tedesca

La Opel lancia Karl, citycar erede della storica Agila

Dopo la nuova versione della Corsa e la Adam, Opel cala il terzo asso nel settore delle utilitarie: la casa tedesca ha infatti svelato la Karl, citycar erede dell’Agila nel segmento delle compatte e candidata a sfidare le regine del settore anche in Italia, in primis la Fiat Panda, la macchina più venduta in Italia nel 2014. Spazio massimizzato, nuovo motore, ampia dotazione di sistema tecnologici e prezzo competitivo sono i punti di forza della nuova Opel.

Sin dal primo sguardo la nuova Karl pare ‘spigliata’: disponibile in versione quattro o cinque porte, la citycar è lunga 3.68 metri ed è omologata per cinque persone. Esteticamente il frontale è caraterizzato dal ‘sorriso’ Opel, effetto della barra cromata sulla calandra. Le fiancate sono invece attraversate da due linee all’altezza delle maniglie e da una terza a mo’ di lama sulla parte più bassa, dando al tutto un’immagine decisamente dinamica. Il colore della carrozzeria si può scegliere tra dieci varianti, abbinabili a motivi particolari e a  cerchi da 14″ o 16″. Particolari anche i gruppi ottici, sia anteriori che posteriori, sovradimensionati per dare più vivacità al tutto.

Giovani e curati anche gli interni, spaziosi se si considerano le dimensioni della citycar mentre il cruscotto e il touchscreen sono lineari quanto chiari. E’ però la dotazione tecnologica da segmento superiore a risaltare una volta entrati nella Karl, anche senza dover ricorrere ad optional che alzerebbero il prezzo. Tra i sistemi di serie per assistenza alla guida e sicurezza ci sono infatti l’ESP con controllo della trazione, l’ABS con distribuzione elettronica della forza frenante e il dispositivo Hill Start Assist che impedisce alla vettura di scivolare indietro in caso di partenza in salita.

Utili anche le funzioni City mode, che consente di ridurre la resistenza dello sterzo semplicemente azionando un pulsante, come su Adam e Corsa, Park Assist, che evita di toccare in fase di parcheggio grazie a all’emissione di un segnale acustico quando ci si avvicina troppo a un ostacolo durante la manovra di retromarcia, e il dispositivo di controllo della velocità di crociera. Per quanto riguarda l’infotainment, disponibile di serie il sistema Intellink di Opel, con collegamenti a dispositivi iOs e Android per sfruttare funzioni e app del proprio smartphone.

A livello motoristico, la Karl presenta un motore completamente nuovo, l’1.0 Ecotec da 55 kW/75 CV, un tre cilindri a benzina da un litro sviluppato espressamente per lei, abbinato ad un cambio manuale a cinque marce che sembra l’ideale per il traffico urbano o per gli spostamenti brevi.  I consumidichiarato dall’azienda tedesca sono di 4,3 litri per 100 chilometri.

L’arrivo sul mercato della nuova utilitaria tedesca è previsto per la prossima estate ad un prezzo di partenza decisamente competitivo, ovvero inferiore ai 10mila euro: per la precisione, in Germania verrà venduta a 9.500 euro.

Per finire una curiosità: il nome Karl è un omaggio a uno dei figli di Adam Opel, che fondò l’azienda nel 1862. Proprio Karl insieme agli altri eredi Wilhelm e Friedrich trasformarono la Opel da produttrice leader nel settore delle biciclette ad azienda autoobilistca, con la prima macchina costruita nel 1898.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Opel Karl, la citycar tedesca