Opel Adam 1.4 GPL Tech, a gas si spende meno. Foto-pagella

Provata la piccola Opel a gas naturale: bassi costi di manutenzione senza rinunce

Ormai la crisi economica ha concesso sempre più spazi alle automobili con alimentazione a GPL, in particolare in Italia dove i costi di rifornimento sono particolarmente vantaggiosi: il gas costa infatti meno della metà rispetto alla benzina. Abbiamo provato una delle ultime proposte del settore, la cittadina Opel Adam 1.4 GPL Tech, dotata del motore 1.4 da 87 CV capace di funzionare a benzina e GPL, con un consumo medio, in quest’ultimo caso, di 6,9 litri di gas per 100 km.

E’ un’auto a gas, ma non si vede: a prima vista, la Adam appare analoga alle altre sorelle con alimentazione a benzina o gasolio, con i caratteristici elementi decorati e multicolore con cui, a seconda degli allestimenti, è possibile personalizzare la propria auto.

Le uniche differenze sono il bocchettone del GPL, nello stesso sportello del serbatoio carburante e il pulsante LPG, seminascosto nella plancia, che permette di passare manualmente da un sistema di alimentazione all’altro. Perfino l’indicatore del carburante, con relativi calcoli di autonomia e consumi, rimane lo stesso per la benzina e per il GPL, ovviamente fornendo i dati di uno o dell’altro carburante: questo è stato possibile perché l’impianto viene applicato direttamente in fabbrica, a Eisenach, in Germania.

La Adam provata è una Slam 1.4 GPL Tech dotata delle cromature del Crome Pack e del curioso cielo stellato a LED, finora prerogativa di auto di lusso: insieme ai rivestimenti morbidi e alle finiture curate, non sembra di salire su un’auto "economica". Anche dietro i passeggeri possono stare senza troppe  Il problema, piuttosto, è nel bagagliaio, piccolissimo a livello di progettazione, dal momento che il serbatoio del GPL, che si trova sotto il pianale, non porta via spazio in questa versione.

Note positive per l’intrattenimento a bordo, secondo la connotazione giovanile della vettura: la Adam provata montava il sistema Intellilink abbinato al SIRI Eyes Free per iPhone, con riconoscimento vocale attivabile con un pulsante sul volante; è possibile selezionare un comando, con una certa precisione (almeno nel test da noi effettuato), e effettuare telefonate, o anche richiedere le previsioni meteo.

Veniamo invece alla prova effettuata sulle strade di Roma: la Adam Slam 1.4 GPL Tech, dopo l’avviamento, parte con l’alimentazione a benzina, per poi passare al GPL a motore caldo, e non ci si accorge praticamente del passaggio, o del fatto di viaggiare con la benzina o con il gas. Lo dimostrano i dati: l’accelerazione da 0-100 km/h peggiora di appena 0,3 secondi, e la spinta rimane sempre accettabile, pur non trattandosi di un’auto dalla vocazione sportiva.

Difficile, nei rettilinei della città, valutare la tenuta di strada; il cambio, invece, si usa molto, e richiederebbe una migliore manovrabilità.

Su un percorso di circa 50 km, con traffico caotico e senza una particolare attenzione all’uso del pedale dell’acceleratore, non hanno permesso di testare i consumi in modo ottimale: il computer di bordo ha segnato una media di circa 8,8 l/100 km, lontani dal valore dichiarato ma, appunto, fatti realizzare senza "risparmiare" il motore. Il serbatoio del GPL, con 35 litri utili, consente un’autonomia di circa 500 km, che diventano 1.200 aggiungendo la benzina: tanti per una piccola da città.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Opel Adam 1.4 GPL Tech, a gas si spende meno. Foto-pagella