Obiettivo Mazda: divertimento alla guida, raggiunto anche grazie al sistema i-ELOOP

Nell'eterna rincorsa a livelli di emissione e consumi sempre più bassi da un lato e all’ottenimento di un livello di piacevolezza di guida e dinamicità della vettura sempre più elevato, Mazda ha cercato – come sua tradizione – un sentiero differente da quello battuto da tutti gli altri.

(INFORMAZIONE PUBBLICITARIA) –  Nell’introdurre la TECNOLOGIA SKYACTIV, facendo leva su corpi vettura alleggeriti, baricentri abbassati e pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, Mazda ha ottenuto la massima efficienza dai motori e cambi SKYACTIV. 

Una linearità di funzionamento senza compromessi, una coppia poderosa sempre pronta ad aggredire l’asfalto, un’esperienza di guida indimenticabile ed un’eccezionale efficienza nel consumo di carburante ottenuta anche grazie ad un’arma “segreta” racchiusa sotto al cofano di Mazda6 e Mazda3: il sistema i-ELOOP.  i-ELOOP è un esclusivo sistema di recupero dell’energia frenante di Mazda.
 
La Nuova Mazda6 è stata il primo modello di serie – seguita poi da Mazda3 2.0 benzina – a montare il sistema di recupero dell’energia di frenata i-ELOOP che permette notevoli risparmi nei consumi esaltando al contempo la rapidità di risposta all’acceleratore della vettura che, anche grazie a questa spinta elettronica, incolla ai sedili passeggeri e guidatore quando quest’ultimo affonda il piede destro sul pedale.
 
i-ELOOP, che sta per ‘Ricircolo Intelligente dell’Energia’, è il primo sistema di questo tipo al mondo per vetture passeggeri ad utilizzare un super condensatore ( o super capacitore) per recuperare energia elettrica e usarla per alimentare i sistemi elettrici del veicolo.
 
I Supercondensatori accumulano energia elettrica in condensatori a doppio strato elettrico EDL (Elettrochemical Double Layer) disponendo le cariche elettriche all’interfaccia elettrodo/elettrolita in modo “fisico” e non chimico, evitando dunque processi chimici, come negli accumulatori e presentano il vantaggio di poter essere caricati o scaricati istantaneamente, garantendo così un’elevatissima potenza specifica. Sono dispositivi di accumulo dell’energia caratterizzati da elevate potenze specifiche ed energie di gran lunga superiori rispetto ai condensatori convenzionali.
 
Uno dei problemi che aveva impedito fino ad oggi di utilizzare in modo efficace l’energia recuperata dalle frenate era il limitato potenziale di carica e d’immagazzinaggio di corrente delle batterie di avviamento di normale impiego sulle auto. I tecnici Mazda hanno perciò analizzato attentamente le condizioni della guida di tutti i giorni, concentrandosi sul ciclo ripetitivo di decelerazioni e accelerazioni. Avendo assodato che una tipica fase di decelerazione dura circa 10 secondi, gl’ingegneri della Casa d’Hiroshima hanno adottato un condensatore elettrico doppio strato (EDLC), invece di una batteria dedicata, per catturare rapidamente e immagazzinare temporaneamente l’energia elettrica. Il sistema usa un alternatore a tensione variabile per generare corrente in modo efficiente dal momento del rilascio dell’acceleratore, caricando completamente il Super condensatore in appena 7-10 secondi – un lasso di tempo inferiore ad un singolo ciclo di decelerazione.
 
Altro vantaggio dei super condensatori adottati da Mazda sta nel fatto che possono essere ricaricati continuamente senza subire deterioramenti apprezzabili – a differenza delle batterie agli ioni di litio usate nei veicoli elettrici. Dopo la ricarica, un apposito convertitore riduce a 12V il valore della tensione immagazzinata nel Super condensatore per alimentare componenti quali il climatizzatore e i sistemi audio. L’energia elettrica in eccesso viene dirottata verso la batteria della vettura. La carica completa del condensatore è sufficiente ad alimentare sistemi elettrici del veicolo per un minuto circa, in base alle condizioni di impiego. 
 
i-ELOOP è quindi il partner ideale dello i-stop, il sistema di start e stop ideato da Mazda, perché non è necessario attingere alla corrente della batteria principale quando il sistema di spegnimento in folle di Mazda (‘i-stop’) ha spento il motore (ad un semaforo, ad esempio). Durante i percorsi cittadini stop-and-go, spesso il condensatore comincia a ricaricarsi prima di scaricarsi completamente. i-ELOOP può quindi produrre la maggior parte, se non tutta, dell’energia elettrica necessaria al veicolo, quando normalmente  in una vettura “convenzionale” è necessario ‘dirottare’ circa il 10% della potenza del motore solo per far funzionare l’alternatore. Eliminando questo spreco di potenza, i-ELOOP riduce il consumo di carburante – e dunque le emissioni – nelle condizioni di guida urbana di ogni giorno permettendo al contempo di massimizzare le prestazioni del motore, esaltando la dinamicità della vettura e gratificando il pilota.
 
L’obiettivo finale che si erano posti gli ingegneri di Mazda è stato quindi raggiunto ancora una volta  ottenendo risultati migliori sfidando le convenzioni.
 
MOTORI Obiettivo Mazda: divertimento alla guida, raggiunto anche grazie al si...