Il nuovo progetto segreto di Tesla: di cosa si tratta

Una batteria di dimensioni mai viste, alcune indiscrezioni parlano del nuovo progetto della Casa di Palo Alto

Che Tesla sia in costante e continuo sviluppo, alla ricerca di innovazioni mai viste e di continui progetti inediti, non è un segreto. Pare ancora segreto invece l’ultimo ‘prodotto’ sul quale la Casa di Palo Alto sembra stia lavorando, è un rapporto diffuso da Bloomberg a parlarne.

Sembra si tratti di una batteria enorme, da 100 megawatt, in via di produzione e sperimentazione in Texas, ad Angleton. Una batteria davvero gigantesca, collegata alla rete elettrica e che in realtà potrebbe essere il simbolo del primo vero ingresso di Tesla nel settore energetico americano. La Casa al momento non ha ancora dato conferma ufficiale di questa notizia recentemente diffusa, ma Bloomberg ha fatto delle verifiche per dimostrare che il progetto segreto è reale. In effetti ha parlato anche della società che sembra stia eseguendo i lavori, la Gambit Energy Storage Llc, filiale della Tesla.

Pare che questa batteria, dalle dimensioni davvero esagerate, potrebbe essere in grado di alimentare circa 20.000 case; l’impianto dovrebbe essere avviato a partire dal prossimo 1 giugno. L’obiettivo principale di Tesla (oltre alla continua creazione di nuovi veicoli elettrici) è accelerare la transizione del mondo all’energia sostenibile, queste le dichiarazioni del CEO.

Elon Musk ne 2015 ha svelato la prima Tesla Powerwall, poi ha acquisito SolarCity nel 2016, società che installa pannelli solari, grazie alla quale Tesla ha presentato quelle che ha definito “tegole solari”. La Casa nel 2017 aveva lanciato un progetto simile a quello di oggi del Texas, ai tempi a Hornsdale, in Australia. Una batteria adiacente a un parco eolico può immagazzinare l’elettricità in eccesso di notte e immetterla nella rete elettrica di giorno.

Tesla si concentra sempre principalmente sulla produzione di auto elettriche, un mercato chiaramente più competitivo. Per questo spesso l’attenzione del brand per il settore dello stoccaggio di energia passa in secondo piano, nonostante il CEO continua a sottolinearne l’importanza; una divisione fondamentale per la crescita dell’azienda. Già lo scorso anno a luglio Elon Musk, durante una conference-call con gli azionisti, dichiarò: “Penso che nel lungo termine Tesla Energy diventerà della stessa dimensione di Tesla Automotive. Il business dell’energia è collettivamente più grande del business automobilistico”. Secondo quanto dichiarato dalla Gazzetta, l’analista Alexander Potter di Piper Sandler, sostiene che Tesla Energy “potrebbe rappresentare fino al 30% delle entrate totali della società entro il 2030, rispetto al 6% circa di oggi”. Staremo a vedere.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Il nuovo progetto segreto di Tesla: di cosa si tratta