Nuovo Kia Sportage, più grinta e sicurezza

Kia Sportage, la quarta generazione di uno dei crossover più venduti in Italia

Arriva in Italia il nuovo Kia Sportage, quarta generazione di uno dei crossover più venduti in Italia. Look grintoso, sicurezza e tecnologia sono i punti di forza del C-SUV, caratterizzato da quella che la casa coreana definisce “Dynamic energy”.

La novità estetica più rilevante riguarda il frontale, dove spicca la classica griglia a ‘naso di tigre’, che risulta però più bassa e allargata rispetto alla versione precedente, in modo da conferire un maggior volume alla parte inferiore del frontale e una superiore sensazione di aderenza al terreno. Rivisti anche i gruppi ottici non più integrati con la mascherina ma sviluppati verso il cofano e i passaruota. Il profilo laterale, poi, risulta più slanciato e sportivo con lo sbalzo anteriore più lungo e quello posteriore più corto che evidenziano l’allungamento del passo.

A confermare la sensazione di maggiore ‘solidità’ del nuovo Sportage c’è anche la coda, sviluppata in senso più orizzontale per esaltare la larghezza del nuovo crossover. Sempre sul posteriore, le luci sono collegate da una striscia trasversale, richiamando la soluzione adottata sul concept Provo. Gli indicatori di direzione e le luci di retromarcia sono invece separati e disposti più in basso, accentuando così la sensazione di stabilità.

Completamente rinnovati gli interni, funzionali, curati nei materiali, più silenziosi e anche spaziosi grazie ai 30 mm di lunghezza in più del modello 2016. L’attenzione è focalizzata sulla console centrale, dove spicca il nuovo display da 8″ o 7″ pollici, ‘cuore’ del HMI, (Human-machine interface) il sistema di interfaccia e infotainment, sotto il quale si evidenza la zona dei pulsanti di controllo della vettura. Incuriosisce, tra l’altro, la possibilità di caricare i vari device mobili senza fili.

A livello di sicurezza, la quarta generazione dello Sportage si affida innanzitutto alla resistenza garantita dall’uso estensivo di acciaio UHTS (Ultra-high, tensile steel), che contribuisce ad aumentare del 39% la rigidezza torsionale. Tra i tanti sistemi a disposizione del guidatore spicca l’Autonomous Emergency Braking (AEB), che grazie ad un radar ‘avvisa’ l’auto in caso di potenziale scontro con un altro veicolo o con un pedone, contribuendo all’arresto del veicolo.

Per quanto riguarda infine l’offerta di motori, le novità principali sono l’inedito 1.6 T-GDI benzina e la versione ‘evoluta’ del 2.0 turbodiesel mentre per il cambio c’è un altro debutto, quello del sette marce automatico a doppia frizione DCT, disponibile proprio sul  1.6 T-GDI, che va ad affiancare il sei marce manuale ed automatico.

Per quanto riguarda i prezzi, infine, si parte dai 21.0000 euro del 1.6 benzina da 132 cavalli a due ruote motrici e si arriva fino ai 35.250 del turbodiesel da 185 Cv e trazione integrale, in ogni caso con l’offerta Kia di 7 anni di garanzia o 150.000 chilometri.

MOTORI Nuovo Kia Sportage, più grinta e sicurezza