Nuovo Audi Q7, più compatto e spazioso. E l’ibrido è col diesel

Il Suv di segmento premium della casa tedesca si rinnova

Rinnovo: è la parola d’ordine in casa Audi, con la gamma delle auto della casa di Ingolstadt che tra il 2014 e il 2015 ha offerto e offrirà diverse novità. Una delle più attese è la seconda generazione del SUV di segmento premium dell’azienda tedesca, il Q7, svelato in anteprima sulla presentazione ufficiale prevista al Salone di Detroit in programma tra il 17 e il 25 gennaio 2015.

Il nuovo Suv Audi sarà all’insegna di un piacevole paradosso: più compatto nelle dimensioni complessive ma più spazioso al suo interno, con relativo guadagno pure in peso, consumi ed emissioni. Le misure, ad una prima analisi, potrebbero infatti ingannare: il nuovo Q7 è lungo 5,05 metri (4 cm in meno rispetto al precedente modello prima), larga 1,97 metri (- 1 cm) e con un passo di 2,99 metri (- 1 cm). Dall’altra parte, lo spazio interno è aumentato notevolmente tanto che nella configurazione a cinque posti (ma c’è pure quella a sette) il bagagliaio s’allarga da 775 a 890 litri di capacità, che arrivano a 2.075 (rispetto ai 2.035) se si abbattono anche i sedili posteriori.

Più compatta, dunque, e più leggera. Grazie all’utilizzo di acciaio formato a caldo, alluminio pressato ed estruso, il peso complessivo è inferiore di circa 325 kg (1970 per il 3000 TFSI benzina, 1995 per il 30000 TDI turbodiesel) alla prima generazione, e il baricentro risulta più abbassato. Tutti dati che si riflettono positivamente sia nella guida, per agilità e comfort, che nei consumi, che la casa di Ingolstadt stima ridotti – al pari delle emissioni – di circa il 26% rispetto alla precedente versione.

A livello estetico, esternamente il nuovo Q7 presenta diverse caratteristiche della nuove generazione di vetture Audi, a partire dalla calandra ‘collegata’ con fasce metalliche ai gruppi ottici anteriori – LED or Matrix LED a seconda dell’allestimento – per un look più aggressivo e dinamico.

Internamente, come sempre, massima attenzione ai particolari, dal comfort acustico estremamente migliorato, passando per i sistemi di sicurezza e assistenza alla guida (con nota particolare per l’adaptive cruise control con assistenza per il traffico) fino al nuovo sistema di infotainment che permette un’interscambio con virtualmente tutti gli smartphone in circolazione, grazie ai sistemi Google Android Auto e Apple CarPlay. Una ‘chicca’ a disposizione in alcuni allestimenti è la presenza di due tablet per i passeggeri dei sedili posteriori.

A livello motoristico, al momento del lancio saranno disponibili i due, sorpacitati propulsori, ovvero il 30000 TFSI a benzina da 333 CV e il 30000 diesel TDI da 272 CV. In arrivo, però, c’è anche l’e-tron quattro, il primo plug-in ibrido con motore diesel-elettrico di casa Audi e il primo plug-in ibrido  diesel con quattro ruote motrici del segmento Suv premium. Da Ingolstadt fanno sapere che avrà 373 cv di potenza totale con consumi di appena 1.7 litri per 100 chilometri, ed emissioni di meno di 50g per chilometri. Con una batteria carica al 100% c’è autonomia garantita per 56 chilometri in modalità puramente elettrica.

Come anticipato, l’Audi Q7 sarà presentata a gennaio a Detroit e arriverà nelle concessionarie, anche in italiane, nella prossima primavera, con annuncio anche del listino prezzi. Per avere un metro di paragone, ricordiamo che il prezzo di partenza per la <prima generazione del Suv tedesco è di 58.100 euro.

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Nuovo Audi Q7, più compatto e spazioso. E l’ibrido è col ...