Nuova Toyota Prius, arriva il Full Hybrid dai consumi record

In arrivo nelle concessionaria la quarta generazione della berlina giapponese

New Global Architecture, design e sistema Full Hybrid di nuova generazione: ecco i punti di forza della nuova Toyota Prius, pronta a sfidare le rivali di segmento grazie ad una dotazione tecnologica e a prestazioni di assoluto livello.

La base della Prius edizione 2016 è la nuova architettura di progettazione e produzione TNGA. Il pianale GA-C, destinato a diventare la base anche dei futuri modelli, assicura miglioramenti di performance e di guida, grazie all’abbassamento generale del baricentro e a una posizione di guida più comoda per chi è al volante. L’utilizzo di acciaio ad elevata elasticità e nuovi rinforzi rendono la scocca risulta più rigida del 60%, per un miglior controllo della vettura.

Con la New Global Architecture cambiano ovviamente le dimensioni: l’altezza è stata ridotta di 20mm rispetto a quella del modello attuale, per un totale di 1.470 mm, resta invariata la lunghezza del passo (2.700 mm), ma aumentano lunghezza (+60 mm per un totale di 4.540 mm) e larghezza di 15 mm (1.760 mm). Il risultato complessivo di architettura e design porta la resistenza aerodinamica a 0,24 Cx, il migliore a livello mondiale.

Tante le novità a livello di design, che richiama la Mirai: quelle più evidenti all’esterno sono ravvisabili nei gruppi ottici, anteriore e posteriore, e in una linea più elegante e ‘filante’. L’interno è estremamente curato, all’insegna di quelli che in casa Toyota definiscono i concetti di ‘peace of mind’, ovvero completa serenità, e ‘human tech’, ovvero forme futuristiche ma pienamente sfruttabili dagli occupanti.

In evidenza, dunque, la riduzioni dei componenti del pannello strumenti, con introduzione dell’head-up display, il quadro strumenti a doppio display LCD 4,2” a colori con TFT (Thin Film Transistor), e il nuovo blocco centrale sul quale spicca il pannello touchscreen da 7” realizzato in stile tablet, con un funzionamento intuitivo delle funzioni audio e del navigatore e la possibilità di muoversi liberamente da un display all’altro. Il tutto accompagnato da un evidente aumento della silenziosità dell’abitacolo per un’esperienza di guida il più confortevole possibile.

Alla sicurezza pensa invece il sistema Toyta Safety Sense, il pacchetto di tecnologie per prevenire e ridurre le collisioni a diverse velocità, pacchetto che comprende ora anche l’Adaptive Cruise Control dotato di radar con Full Speed Range Following Function e con funzione di riconoscimento pedoni che estende le potenzialità del sistema Pre-Collision.

Il terzo punto di forza della nuova Prius è poi il motore, che propone il sistema Full Hybrid di nuova generazione, con il quattro cilindri 1.8 da 98 cv affiancato da un motore elettrico da 72 cv (c’è anche la nuova batteria al nichel-metallo indruro più compatta e con densità energetica aumentata) per una potenza massima di 122 cavalli, con accelerazione da 0 a 100 km/h completata in 10″6 e velocità massima di 180 km/h. Soprattutto, sono di valore assoluto i consumi e le emissioni, che prevedono una percorrenza di 100 chilometri in ciclo combinato con una media di 3 litri ed emissioni di 70 g di CO2 al chilometro.

Evidenziato come siano nuovi anche il servosterzo elettrico, il differenziale e il software ibrido, la nuova Prius propone il cambio automatico, con il guidatore che ha anche la possibilità di scegliere fra tre modalità – Normal, ECO e Power – per trovare l’impostazione più adatta alle sue esigenze e stile. Presente anche la modalità EC per viaggiare in elettrico al 100% per brevi tragitti, ad esempio quando si parcheggia in un garage sotterreaneo.

Per finire, è ancora da ufficializzare il listino prezzi ma dalla casa madre assicurano che sarà in linea con il precedente: la versione ‘entry level’ della nuova Prius dovrebbe dunque costare intorno ai 27-28 mila euro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Nuova Toyota Prius, arriva il Full Hybrid dai consumi record