La nuova sorprendente auto da corsa di Porsche

Porsche al Salone di Monaco svela la sua visione sul futuro automobilistico con la concept car Mission R

All’IAA Mobility 2021 a Monaco di Baviera (dal 7 al 12 settembre), Porsche presenta la creatura con cui il pubblico può iniziare a dare uno sguardo spettacolare sul futuro automobilistico. Si tratta della concept car Mission R, che combina tecnologie all’avanguardia e materiali sostenibili, come le plastiche rinforzate con fibre naturali, con la passione per le corse.

L’auto da competizione elettrica mostra un design progressivo, è estremamente ribassata, presenta le linee caratteristiche delle auto sportive della Casa. I due motori elettrici di nuova concezione erogano fino a 800 kW (1.088 CV) nella cosiddetta modalità di qualifica. La capacità della batteria di circa 80 kWh e l’innovativo sistema di recupero rendono possibili le gare sprint senza perdita di potenza.

Oliver Blume, presidente di il Consiglio Direttivo di Porsche AG, dichiara: “Porsche è il marchio per le persone che realizzano i propri sogni. Questo vale anche per gli sport motoristici. Sperimentiamo la nostra forza innovativa in pista, dimostriamo coraggio nel perseguire nuove strade e deliziamo i proprietari di auto con prestazioni sportive. Oltre al nostro coinvolgimento nel campionato mondiale di Formula E, stiamo facendo il prossimo grande passo avanti nella mobilità elettrica. Il concept study è la nostra visione di motorsport completamente elettrici per i clienti. La Mission R incarna tutto ciò che rende Porsche forte: prestazioni, design e sostenibilità”.

Porsche Mission R fornisce una prima immagine di come potrebbe essere il futuro delle serie monomarca con auto completamente elettriche. Si tratta di una sportiva a trazione integrale che eroga poco meno di 1.100 CV e scatta da 0 a 100 km/h in meno di 2,5 secondi; supera inoltre i 300 km/h di velocità. In pista, il pilota elettrico raggiunge le stesse prestazioni di tempo sul giro dell’attuale Porsche 911 GT3 Cup.

Grazie alla tecnologia a 900 volt e al Porsche Turbo Charging, in soli 15 minuti la batteria si ricarica dal 5 all’80%. La Mission R presenta anche un ulteriore sviluppo dell’aerodinamica attiva Porsche (PAA) con Drag Reduction System (DRS) sulla sezione del muso e sull’alettone posteriore.

Porsche Mission R, l'auto elettrica da corsa
Fonte: Ufficio Stampa Porsche
Porsche Mission R, svelata al Salone di Monaco l’auto elettrica da corsa

Il corpo dell’auto si concentra anche sulla riduzione di CO2 e sulla sostenibilità, è realizzato principalmente in plastica rinforzata con fibre naturali (NFRP). Questo materiale ecologico è utilizzato anche per il labbro dello spoiler anteriore, il diffusore e le minigonne laterali e all’interno per i pannelli interni delle portiere, la paratia posteriore e il sedile.

Il design degli interni si concentra sul conducente. Il display tra i comandi al volante mostra i dati rilevanti durante la gara. Il monitor sopra il piantone dello sterzo mostra le immagini delle telecamere degli specchietti laterali e della telecamera dello specchietto retrovisore centrale. Un display touch a destra del sedile può essere usato per richiamare i dati biometrici del conducente o altro. All’interno dell’auto ci sono moltissime altre telecamere che possono essere usate per fornire sequenze emozionanti per una trasmissione in diretta streaming.