Nuova Opel Astra: più leggera, compatta e ‘connessa’

Opel Astra ha vinto il premio per l'Auto dell'anno 2016

Efficienza, innovazione e dinamicità: sono questi i tre principi base su cui è stata realizzata la nuova Opel Astra che vinto il premio come auto dell’anno 2016.

La nuova Astra ha una linea più filante, un peso decisamente ridotto rispetto alla versione precedente e alcune soluzioni tecniche, soprattutto sui motori e sull’infotainment, come ulteriori altri punti di forza per dire la sua nel competitivo settore delle berline compatte.

Una delle novità principali della nuova Astra è il peso, con relativo guadagno in termini di agilità, comfort di guida e consumi: il nuovo modello pesa infatti – a seconda della tipologia – dai 120 fino ai 200 chili in meno rispetto alla precedente versione, grazie ad una nuova piattaforma, ad un design complessivo più compatto e all’utilizzo di materiali particolari, come acciai ultraleggeri e al tempo stesso ultraresistenti.

Novità anche a livello di motori, con l’Astra che fa affidamento sull’ultima generazioni di propulsori della casa tedesca. Per quanto riguarda il diesel l’unità 1.6 CDTI copre un’ampia gamma di potenza mentre nel benzina, la base è fornita dal turbo 1.0 ECOTEC a iniezione diretta. Il modello più performante è invece il nuovo turbo 1.4 ECOTEC a iniezione diretta e quattro cilindri, un propulsore in alluminio che debutterà in una versione da 145 CV.

A livello di struttura, la nuova Astra è decisamente più compatta della versione precedente: è lunga 4,37 metri (5 centimetri più corta) e alta 1,46 (2,6 cm in meno). Tuttavia, se il ridimensionamento ha un eccellente effetto a livello di efficienza aerodinamica, non è andato a discapito dello spazio a disposizione degli occupanti e per il bagagliaio: per intenderci, i passeggeri seduti sui sedili posteriori hanno 35 millimetri in più di spazio per le gambe.

Esteticamente le novità principali riguardano sul’anteriore i nuovi gruppi ottici che si ‘fondono’ nella griglia del radiatore mentre il montante ‘C’ è diviso a metà, dando più dinamismo al tetto. Rivisto anche il posteriore, più ‘atletico’ nelle sue forme. Tra le novità principali della nuova Astra ci sono anche i gruppi ottici, basati sull’IntelliLux LED, una nuova tipologia di fari a matrice di LED di prossima generazione brevettata da Opel. Grazie a questa tecnologia, presente per la prima volta nella classe compatta della casa tedesca, si potrà guidare con anabbaglianti senza accecare altri automobilisti o pedoni. Il sistema è composta da 16 segmenti a LED (8 su ogni lato del veicolo) e adegua automaticamente e costantemente la lunghezza e la distribuzione del fascio luminoso a secondo della particolare situazione di traffico, grazie all’interazione con la telecamera anteriore Opel Eye.

Ridisegnati anche gli interni: come anticipato, nonostante le misure ridotte, lo spazio disponibile è maggiore grazie ad una razionalizzazione del design. Da sottolineare la cura dedicata ai sedili, testati e certificati dall’AGR (l’Associazione tedesca per la salute posturale): ergonomici nel design e regolabili in 18 posizioni – anche come larghezza della seduta – , i sedili avranno anche funzioni di massaggio e ventilazione. Sull’Astra versione 2015 debutta poi la nuova generazione del sistema di infotainment Intellink, compatibile con Android Auto e Apple CarPlay. Le funzioni possono esser comodamente gestite sullo schermo touch da 8″ collocato nella parte centrale del cruscotto, oppure tramite i tasti collocati sul volante o per mezzo di comandi vocali.

<B>NUOVA OPEL ASTRA: GUARDA LE FOTO</B>

NUOVA OPEL ASTRA: GUARDA LE FOTO

Vasta anche la gamma dei sistemi di sicurezza e assistenza alla guida. Si va dal riconoscimento dei cartelli stradali (Traffic Sign Assistant) e dal mantenimento della corsia di marcia (Lane Keep Assist) con funzione di allerta in caso di superamento involontario dei limiti di carreggiata (Lane Departure Warning), all’indicatore della distanza di sicurezza (Following Distance Indication) e al dispositivo di avviso incidente (Forward Collision Alert) con frenata automatica in caso di collisione imminente (Collision Imminent Braking). Presente anche il Cruise Control con limitatore della velocità dell’auto per mantenerla entro i limiti consentiti dalla legge.

Per quanto riguarda invece le manovre di parcheggio si può fare affidamento sull’ Advanced Park Assist, che consente di parcheggiare la vettura automaticamente semplicemente azionando un tasto. Appena viene inserita la retromarcia, si attiva la videocamera posteriore e il dispositivo Side Blind Spot Alert rileva gli ostacoli presenti entro un raggio di 3 metri su entrambi i lati e sul retro della vettura e fuori dalla visuale del conducente.

Sempre per quanto riguarda l’assistenza, l’Astra è il primo modello Opel ad offrire sin dal lancio sul mercato Opel OnStar, una serie di servizi specifici per i clienti della casa tedesca. Ad esempio, in caso di apertura di airbag, partirà automaticamente una segnalazione al servizio Opel OnStar e un addetto contatterà il veicolo per verificare le condizioni degli occupanti: in caso di mancata risposta, sarà lo stesso addetto a far sì che vengano inviati soccorsi sul punto preciso dove si trova il veicolo. Sempre il servizio OnStar, trasforma la nuova Astra in un hot spot wifi mobile 4G LTE con possibilità di collegare fino a sette dispositivi contempraneamente.

Come anticipato, la nuova Astra verrà presentata il prossimo settembre al Salone di Francoforte mentre il lancio sul mercato dovrebbe avvenire ad ottobre con prezzi presumibilmente a partire da circa 18mila euro.

MOTORI Nuova Opel Astra: più leggera, compatta e ‘connessa’