Nuova Hyundai i20: la berlina coreana punta su spazio e tecnologia

La nuova Hyundai i20 ordinabile da novembre, nelle concessionarie da gennaio: più spazio e ampia gamma di sistemi di assistenza e sicurezza

La nuova Hyundai i20 completa il rinnovamento globale di tutta la gamma della casa coreana, sempre all’insegna del Fluidic Sculpture 2.0, teso a dare un particolare dinamismo delle linee dell’autovettura. L’immagine complessiva della i20 risulta così complessivamente più filante e robusta al tempo stesso.

A livello ingegneristico, la nuova Hyundai è basata su una piattaforma inedita. Il passo è stato allungato di 4.5 cm (2.57 quello totale): precisamente, rispetto al modello precedente la nuova i20 risulta più lunga (40 mm per un totale di 4,03), più bassa (-16 mm) e più larga (+24 mm), con un coefficiente di penetrazione aerodinamica CX sceso da 0,32 a 0,30.

La scocca è in acciaio ad alta resistenza per il 46%, scelta che ha permesso di abbassare la massa totale e aumentare la rigidità torsionale. Rinnovate anche le sospensioni posteriori: gli ammortizzatori sono posti verticalmente e con corsa allungata.

A livello estetico si nota invece subito la nuova griglia esagonale nel frontale, con il marchio Hyundai. I fari sono più sottili e i fendinebbia sono collocati nelle estremità della zona inferiore: il gruppo ottico anteriore è più sottile del precedente e ha le luci diurne a Led mentre quello posteriore arriva fin sul portellone. Per quanto riguarda la carrozzeria, tante le colorazioni disponibili e abbinabili agli interni, disponibili sia monocromatici che con inserti bicolore.

Proprio internamente, grazie alla nuova struttura e misure, la i20 offre più spazio nell’abitacolo sia anteriormente che posteriormente: lo spazio totale per le gambe è di 1.89 metri. Aumentato del 10% anche il bagagliaio, che ha raggiunto ora una capienza di 326 litri ma abbattendo gli schienali posteriori si arriva a 1042 litri con un piano completamente piatto.

Per quanto riguarda il comparto tecnologico, si notano immediatamente lo schermo a sette pollici e una docking station che permette la connessione agli smartphone. Grande cura, soprattutto all’assistenza alla guida e alla sicurezza: di serie ci sono sei airbag ed una serie di sistemi come l’ESC (Electronic Stability Control), l’HAC (per le partenze in salita), l’ESS (Emergency Stop Signal), il VSM (Vehicle Stability Management) e l’LDWS (Lane Departure Warning System). Tra le comodità proposte dalla i20 c’è anche il volante riscaldato mentre la casa coreana ha sottolineato come il tetto panoramico sia una novità assoluta nel segmento B.

Quattro le opzioni a livello motoristico: due benzina 1.2 MPI da 72 e 84 cv e un 1.4 MPI da 100 cv, e due diesel, da 1.1 e 1.4 da 75 e 90 cv. A inizio 2015 dovrebbe arrivare anche un GPL. A seconda delle versioni, si può scegliere tra due cambi manuali, a 5 e 6 marce, e un automatico a 5 marce.

Come anticipato, la i20 sarà ordinabile da fine novembre e arriverà nelle concessionarie a gennaio 2015 con prezzi a partire da 13.200 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Nuova Hyundai i20: la berlina coreana punta su spazio e tecnologi...