La nuova hypercar francese da 2 milioni di dollari

Assistiamo al rilancio di Delage, il marchio francese di auto di lusso e da corsa fondato nel 1905

Laurent Tapie, il figlio di Bernard, presidente dell’Olympique Marsiglia, ha deciso di rilanciare il brand Delage, proprio così. Forse non tutti la ricordano, la Casa infatti fu fondata nel lontano 1905 e restò in attività solo fino al 1954.

Si tratta di un marchio francese che ha prodotto auto di lusso e da corsa, in grado di dare del filo da torcere a vetture di marchi di prestigio, come Bugatti, il brand del record del mondo. Tapie ha ottenuto la concessione dei diritti di sfruttare il marchio Delage per un periodo di sette anni. I proprietari del brand oggi sono i fondatori dell’associazione francese Les Amis de Delage. Il patto include un’opzione per l’acquisto della marca a partire dal 2022. Il limite produttivo a 30 hypercar ibride è una delle certezze. Le prime vetture elettrificate arriveranno già il prossimo anno e avranno un prezzo che solo in pochi potranno permettersi, di circa 2.3 milioni di dollari.

Al momento non sappiamo ancora molti dettagli su queste auto speciali, non sono state ufficializzate tante specifiche tecniche. È stato lo stesso Tapie a confermare che la nuova Delage D12 verrà lanciata sul mercato in due versioni, GT e Club, che hanno due potenze differenti. Il motore è sempre un V12 aspirato di 7,6 litri, in grado di erogare 900 cavalli di potenza, affiancato da un’unità elettrica. I due propulsori insieme, nella GT, sprigionano una potenza totale sino a 1.130 CV. La versione Club ha 1.038 cavalli e il motore elettrico, utilizzato solo nelle manovre di parcheggio, eroga 20 cavalli.

Delage

Fonte: Facebook

Il design è quello che ci colpisce davvero al primo sguardo, che ci lascia incantati. L’auto infatti prende spunto nell’estetica dai jet da combattimento e dalle monoposto di Formula 1. Per la realizzazione dell’auto sono stati usati molti materiali ultra leggeri (come la fibra di carbonio), per tenere basso il peso. La Delage D12 è una biposto, il guidatore e il passeggero siedono in tandem. La forma del volante della nuova supercar ricorda “i joystick” di un caccia e la strumentazione è simile a quella del cockpit di un aereo. Il team tecnico (di cui fa parte anche l’ex pilota Jacques Villeneuve) ha deciso di centrare un obiettivo molto importante, ovvero battere il record sul giro per una vettura stradale al Nurburgring.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI La nuova hypercar francese da 2 milioni di dollari