Nuova Honda CR-V

Tante novità e un addio storico, quello ai motori diesel

La nuova generazione di Honda CR-V è stata ripensata integralmente, dalle linee ai motori, passando per le dotazioni di bordo. Dal suo primo apparire, nel 1995, si è imposto come uno dei primissimi esempi di SUV compatto.

La quinta serie debutta in anteprima nazionale alla quarta edizione del Salone dell’Auto di Torino che si svolgerà dal 6 al 10 giugno, nella suggestiva cornice di Parco Valentino.

La novità più importante del nuovo CR-V la si ritrova sotto il cofano con l’introduzione di 2 nuovi motori: un motore benzina turbo VTEC da 1.5 litri disponibile con cambio manuale a 6 rapporti e automatico CVT, nella variante a 2WD e 4WD ed il nuovissimo motore ibrido i-MMD da 2.0 litri, 2WD o 4WD, dotato del nuovo cambio automatico E-CVT. In particolare il nuovo propulsore ibrido i-MMD di Honda CR-V rappresenta il primo step del percorso di elettrificazione della gamma annunciato da Honda lo scorso anno. Le prime unità del nuovo CR-V ibrido saranno in vendita a partire dall’inizio del 2019. Un’altra grande novità è l’addio al motore diesel, che non sarà più disponibile.

Un’altra importante novità è che, per la prima volta in assoluto sul modello CR-V, le versioni dotate del motore a benzina saranno disponibili anche con l’opzione a 7 posti.

Nel complesso la vettura appare più curata e spaziosa, con la lunghezza che arriva a 459 cm (6 in più della generazione uscente).

Attesa a ottobre, prevede prezzi di listino da circa 27.000 euro.

Honda CR-V

MOTORI Nuova Honda CR-V