Nuova Fiat 124 Spider, rinasce il mito italiano cabrio

Svelta la nuova roadster della casa torinese: nei concessionari nell'estate 23016

La Fiat 124 Spider è la decappottabile della casa torinese erede dello storico modello prodotto tra metà anni Sessanta e Ottanta. Come si sapeva, la nuova Spider condivide la piattaforma della Mazdza MX-5 ma sin dal primo sguardo risulta diversa esteticamente dalla Miata, differenza che viene ribadita anche in modo più ‘nascosto’ a livello motoristico.

Esteticamente i richiami più evidenti sono alla prima 124 Sport Spider prodotta dalla casa italiana: progettata dal Centro Stile di Torino, la decapottabile ha un look classico sul quale si innestano particolari ‘moderni’ come i fari LED, sia anteriori che posteriori, questi ultima con tanto di ‘chicca’, ovvero gli inserti del colore della carrozzeria che formano una particolare superficie luminosa anteriore. Per quanto riguarda la guida open-air, la capote si aziona in modo semplice e con uno sforzo minimo.

Anche l’interno richiamo lo stile italiano degli anni Sessanta, con materiali di prima qualità come la pelle per i sedili ed elementi soft-touch per il resto dell’abitacolo. Alla tradizione, anche qui, si unisce però la moderna tecnologia, con monitor touchscreen da 7″ con radio digitale, multimedia control, connettività Bluetooth, sedili riscaldati e sistema Keyless Enter’n Go.

Motoristicamente, la nuova 124 Spider è spinta 1.4 turbo-jet MultiAir a quattro cilindri e 16 valvole con potenza di 160 CV, abbinato in Italia ad un cambio manuale a sei marce mentre per il mercato nordamericano c’è anche l’automatico. Al comfort di guida contribuisce il sistema di sospensioni con schema a quadrilatero all’anteriore e multilink al posteriore, calibrato specificamente per aumentare la stabilità in frenata e in sterzata. Alla leggerezza e alla reattività dello sterzo ci pensa invece il sistema di servosterzo elettrico dual pinion.

La nuova 125 arriverà nei concessionari la prossima estate con i primi 124 esemplari offerti nell’allestimento Prima Edizione Lusso, che avrà tra le sue peculiarità lo specifico colore ‘Rosso passione’ e sedili in pelle di colore nero (per il Nordamerica sarà invece l’Azzurro Italia). Gli esemplari ‘standard’ saranno invece disponibili in due allestimenti: 124 Spider e Lusso, ciascuno con due colori pastello (Rosso Passione e Bianco Gelato), cinque metallizzati (Nero Vesuvio, Grigio Argento, Grigio Moda, Bronzo Magnetico, Azzurro Italia) e il tristrato Bianco Ghiaccio.

La versione ‘base’ 124 Spider prevede doppio terminale di scarico, proiettori alogeni, fanali a LED, roll-bar con finiture nere, montante, minigonne e maniglie delle porte in tinta carrozzeria, cerchi in lega da 16″, i sedili in tessuto premium nero, il cruise control e mostrina argentata sulla plancia. L’allestimento Lusso aggiunge a quello 124 Spider cerchi in lega da 17″, roll-bar e montante anteriore di color argento, doppio terminale di scarico cromato, fari fendinebbia di serie,  interni con sedili in pelle di colore nero o tabacco, palpebra del cruscotto rivestita con cucitura a vista e climatizzatore automatico.

Per conoscere invece i prezzi, ci sarà da aspettare l’apertura delle ordinazioni. Intanto, per avere un approssimativo termine di paragone, la ‘cugina’ Mazda MX-5 parte da 25.300 euro.

MOTORI Nuova Fiat 124 Spider, rinasce il mito italiano cabrio