Nuovo Dacia Duster: restyling leggero e più tecnologia

Al Salone di Ginevra Dacia ha presentato il nuovo Duster, suv low-cost di successo

A dieci anni dalla nascita e dopo 3.5 milioni di esemplari venduti nel mondo, Dacia Duster si rinnova: il suv romeno low-cost si presenta al Salone di Ginevra con qualche ritocco estetico e più interessanti novità tecnologiche, sempre ad un prezzo assolutamente competitivo.

Le novità a livello di look sono limitate e riguardano i cerchi in lega da 16 pollici diamantati, due nuove sellerie per gli interni sui livelli Ambiance e Laureate e la nuova tinta verde Altaï, ispirata alle sfumature color oro della catena montuosa siberiana Altaj al tramonto.

Più consistenti ed interessanti le innovazioni tecnologiche. In primis, il nuovo Duster è infatti attrezzato con il sistema multimediale e di navigazione MEDIA-NAV Evolution (di serie o in opzione a seconda delle versioni) con touchscreen da 7″ e una home page che consente di navigare facilmente nelle sei sezioni: radio, media, telefono, mappe, navigatore – con visualizzazione 2D e Birdview, integrato anche con un sistema di informazioni sul traffico TMC gratuito con proposta di itinerari alternativi – e impostazioni.

Possibile ovviamente collegare smartphone o il lettore MP3 tramite prese USB o jack, accessibili sul frontale per una maggiore ergonomia. Grazie alla funzione Bluetooth si può anche utilizzare la funzione audio-streaming per ascoltare, senza bisogno di cavi, i brani musicali e le playlist registrate sullo smartphone.

Per sfuttare al massimo le potenzialità del MEDIA-NAV Evolution, è comunque consigliabile scaricare l’applicazione gratuita AHA, che permette di ritrovare sullo schermo il contenuto multimediale configurato tramite l’applicazione stessa. Applicazione che consente di accedere dall’auto alla propria biblioteca di contenuti multimediali (webradio, podcast, musica, libri audio) e ai social network Facebook e Twitter, oltre che ad una serie di informazioni in tempo reale sui punti d’interesse più vicini, tra cui alberghi e ristoranti, che è possibile contattare per telefono e raggiungere direttamente grazie alla guida del navigatore.

Altre gradite aggiunte al Duster MY2016 sono i comandi al volante, che permettono di accedere al riconoscimento vocale SIRI di Apple (compatibile a partire dall’iPhone 4S), e per la prima volta su una Dacia la camera parking posteriore.

Quattro i livelli di equipaggiamento offerti, Duster, Ambiance, Laureate e Prestige, mentre i motori disponibili sono i benzina 1.6 115cv e 1.2 TCe 125cv e i diesel 1.5 dCi 90cv e 1.5 dCi 110 CV, tutti Euro6 ed equipaggiati con sistema Stop & Start e cambio manuale 6 rapporti.

Per chi volesse invece puntare su una versione del Duster ancora più offroad, può scegliere l’edizione limitata Urban Explorer, caratterizzata da due allestimenti Pack All-road e al Pack Look, con particolari specifici come il volante e il pomello del cambio in cuoio all’interno e nuove protezioni laterali e dei passaruota. La versione Urban Explorer è disponibile nelle motorizzazioni benzina 1.6 115cv S&S e dCi 110cv S&S, con possibilità di scelta tra trazione 4×2 o integrale.

Per finire, il listino. Si parte dagli 11.900 euro della versione base 4×2 benzina 1.6 115cv S&S mentre le nuove versioni diesel dCi 90cv e dCi 110cv hanno prezzi più bassi rispettivamente di 700 euro e 550 euro rispetto a quelle analoghe del modello precedente a parità di equipaggiamento. Per l’edizione Urban Explorer, invece, i prezzi chiavi in mano partono da partono dai 14.800 euro della versione 4×2 benzina 1.6 115cv S&S.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Nuovo Dacia Duster: restyling leggero e più tecnologia