Nissan Leaf, l’auto che guida da sola anche in autostrada. Foto

Percorsi per la prima volta alcuni chilometri a 80 km/h su una autostrada giapponese

Quale sarà il futuro delle automobili? Secondo molte case costruittrici, e anche aziende che si occupano di elettronica e informatica, le auto dei prossimi anni non avranno bisogno di guidatore: impostando una meta, e sfruttando i nuovi prodigi dell’elettronica, delle camere con interpretazione delle immagini, dei sensori e della navigazione satellitare, l’auto potrà essere guidata da una sorta di "cervello" elettronico, in grado di azionare acceleratore, freni e sterzo.

E soprattutto lasciando al guidatore la possibilità di fare il passeggero, e occuparsi d’altro. Nissan ha predisposto una particolare versione del proprio modello totalmente elettrico, la Leaf, in grado di guidare da sola. Dopo i test compiuti su strade di vario tipo, ora un ulteriore salto di qualità: affrontare una strada ad alta velocità, la "Sagami Expressway", che si trova a sud-ovest di Yokohama, in Giappone.

In mezzo al traffico, e in un luogo simbolico: la "Sagami Robot Industry Special Zone", area che le autorità del territorio hanno dedicato proprio allo studio e alla sperimentazione di robot nella vita quotidiana, non solo in automobile. La Nissan Leaf Autonomous Drive fa parte di questi esperimenti, ed è anche stata targata, lo scorso settembre, per affrontare il traffico insieme alle altre auto.

E’ la prima volta che succede: ormai le auto robotiche si stanno sempre più avvicinando nella realtà quotidiana. Ma cosa è successo durante il particolare viaggio? Innanzi tutto, l’auto-robot ha portato come passeggeri il governatore Yuji Kuroiwa e il vice presidente di Nissan, Toshiyuki Shiga.

L’ingresso in autostrada è avvenuto a 40 km/h, mentre per il resto del viaggio la Leaf ha viaggiato a 80 km/h, uscendo dalla strada senza alcun intervento umano sui comandi di guida. E grazie ai sensori, alle telecamere, al laser, compiendo autonomamente le normali operazioni che farebbe qualsiasi automobilista: riconoscere i segnali, mantenere la distanza di sicurezza, effettuare sorpassi e cambi di corsia.

Tutto perfetto, dunque? Sì, anche se la tecnologia è agli inizi, e ha bisogno di perfezionamenti per l’adozione di una guida totalmente autonoma. Però la strada dell’auto-robot ormai è tracciata.

(a cura di OmniAuto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Nissan Leaf, l’auto che guida da sola anche in autostrada. ...