Nio ET7, dalla Cina la prima auto con batteria allo stato solido

La nuova berlina elettrica della Nio porta al debutto un’innovazione molto interessante sulla batteria

Nio è l’azienda che è stata fondata nel 2014 e che viene definita come la Tesla cinese, produttrice di vetture elettriche. Tra le ultime novità della Casa c’è la Nio ET7, la berlina a zero emissioni di nuova concezione, che porta un’innovazione molto interessante e unica sul mercato automobilistico.

La vettura verrà lanciata in Cina ad un prezzo di partenza di 56.800 euro e sarà la prima in assoluto ad avere una batteria allo stato solido da 150 kWh. La nuovissima berlina elettrica Nio ET7 arriverà sul mercato con l’innovativa batteria, con una densità pari a 360 Wh/kg, un valore che supera del 50% quello dei pacchi batteria da 100 kWh utilizzati oggi). La batteria di ultima generazione potrà contare inoltre su un’autonomia che supera i 1.000 km (nel ciclo NEDC). Il lancio dell’auto è previsto alla fine del 2022, quando approderanno sul mercato anche le versioni con le solite batterie agli ioni di litio che siamo abituati a vedere sulle auto elettriche, da 70 e 100 kWh, con autonomia di 500 e 700 km.

La nuova Nio ET7 monta un motore a magneti permanenti in grado di sprigionare 244 CV nella parte anteriore e un altro a induzione della potenza di 407 CV al posteriore, per una potenza totale di 652 CV e un formidabile scatto da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi.

Le dimensioni della nuova berlina elettrica cinese sono 509 cm di lunghezza, 198 cm di larghezza, 150 cm di altezza, con un passo di 306 cm. Per quanto riguarda l’estetica, notiamo una linea del tetto spiovente, sottili fari a Led e mascherina chiusa al frontale, un gruppo ottico scenografico invece sul retro, che si estende a tutta lunghezza.

Dando uno sguardo agli interni invece notiamo subito il carattere moderno dell’auto, sedili anteriori e posteriori riscaldati e ventilati e con funzione di massaggio. Il sistema multimediale con schermo Amoled da 12,8’’ si estende in verticale, posizionato al centro della plancia. La Nio ET7 vanta la presenza dell’Aquila Super Sensing, il nuovo sistema di guida semiautomatica conforme al livello 3. L’auto ha ben 33 sensori, in grado di elaborare ben 6 GB di dati, processati da un computer di bordo chiamato ADAM. Un’unità di calcolo sette volte più potente dell’autopilot di Tesla, o almeno queste sono le dichiarazioni della Casa cinese.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Nio ET7, dalla Cina la prima auto con batteria allo stato solido