Prima mondiale per MINI Strip, la creazione di Paul Smith

Arriva la MINI Strip, la nuova creazione di Paul Smith all'insegna della sostenibilità

MINI Strip, la nuova creazione firmata da Paul Smith, verrà presentata al pubblico con una prima mondiale in programma il 12 agosto 2021 a Londra: si tratta di un esemplare unico customizzato che mette in luce un approccio innovativo sul tema della sostenibilità nella produzione automobilistica.

La MINI Strip è il frutto della collaborazione tra il brand del Gruppo BMW e Paul Smith, due iconici marchi britannici che hanno condiviso idee creative sul design sostenibile degli ultimi anni, seguendo il filo conduttore “semplicità, trasparenza, sostenibilità”.

Il processo creativo, come suggerito dal nome, è iniziato smontando completamente un modello presente all’intero del listino MINI, la Cooper SE, ridotta alla sua struttura essenziale. Sono stati definiti, implementati e assemblati sono gli elementi che il designer Paul Smith riteneva essenziali, mettendo la sostenibilità al primo piano, per un approccio innovativo spiegato così da Oliver Heilmer, Head of MINI Design:

“Per me la MINI Strip dimostra straordinariamente che MINI e Paul Smith condividono la stessa audacia di pensiero rivolta al futuro in termini di innovazione e designa – ha dichiarato Oliver Heilmer – Paul ha posto domande essenziali proprio all’inizio del processo di sviluppo dalla sua prospettiva non automobilistica e quindi nuova. Siamo orgogliosi di aver sviluppato insieme una dichiarazione di carattere così forte”.

L'esclusiva MINI Strip Paul Smith

L’esclusiva MINI Strip creata da Paul Smith.

A guidare Paul Smith è stato il principio della massima riduzione: in questo modo è stato generato un design minimalista e di alta classe, con un appeal fresco e non convenzionale. I segni delle finiture di fabbricazione sono stati consapevolmente lasciati intatti sui pannelli di acciaio zincato per identificare chiaramente l’auto come un oggetto funzionale e un compagno robusto per la vita quotidiana.

Le sezioni della banda nera di MINI sono stampate in 3D a partire da plastica riciclata e le loro qualità materiali di base sono state lasciate a vista, come i pannelli di metallo. Anche gli inserti funzionali e distintivi della grembialatura anteriore e posteriore sono stati prodotti con un processo di stampa 3D.

Il rivestimento della griglia e le coperture aerodinamiche delle ruote sono realizzati in Perspex riciclato, risparmiando sia peso che risorse. La griglia del radiatore e i copriruota contribuiscono a ridurre la resistenza aerodinamica nel modo tipico delle auto elettriche, incrementando così l’autonomia teorica.

Semplicità e trasparenza dominano anche all’interno dell’esemplare unico di MINI, brand che ha da poco svelato i suoi due nuovi camper green e ecosostenibili: tutte le rifiniture, ad eccezione del cruscotto, del topper pad e del ripiano portapacchi sono state volutamente omesse per trasformare la scocca nella caratteristica visiva dominante dell’abitacolo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Prima mondiale per MINI Strip, la creazione di Paul Smith