Mini, la nuova versione con 306 Cv: il motore più potente di sempre

Arrivano le versioni ad alte prestazioni di Clubman e Countryman, le più veloci nella storia del marchio inglese

Arrivano le nuove Clubman e Countryman, le due Mini Cooper più potenti di sempre.

Modelli potentissimi che raggiungono prestazioni elevatissime, le migliori nei 60 anni di vita del marchio inglese. Entrambe le vetture sfruttano un motore 4 cilindri turbo da 306 cavalli specifico per le John Cooper Works. La Mini Clubman è una wagon urbana a 6 porte, mentre la Countryman è un suv che si è guadagnato una buona fetta di mercato grazie alle caratteristiche che lo rendono unico rispetto ai suoi antagonisti.

Il motore da 306 cavalli è abbinato ad un nuovo cambio sportivo a otto rapporti Steptronic, oltre che a un differenziale meccanico autobloccante sull’asse anteriore e ad un sistema di trazione integrale All4. La Clubman e la Countryman John Cooper Works riescono a garantire, insieme alle prestazioni, anche tutte le sensazioni di auto racing grazie ad un telaio modificato e a rinforzi addizionali per la scocca, con irrigidimenti per il vano motore e per i duomi delle molle anteriori.

Sotto il cofano delle due Mini Cooper più potenti della storia è custodito un motore 4 cilindri di ultima generazione, sviluppato per i modelli John Cooper Works. La tecnologia TwinPover Turbo e i diversi miglioramenti attuati in sede di sviluppo e progettazione, conferiscono agli esemplari una potenza massima che risulta essere di 75 cavalli superiore rispetto alle generazioni precedenti. Aumentata la coppia massima che arriva a 450 Nm e permette di migliorare le prestazioni in accelerazione. La Clubman scatta da 0 a 100 chilometri orari in 4,9 secondi, mentre la “sorella” ci riesce in 5,1 secondi.

L’incremento della potenza, resa ancora più evidente da un sound che sottolinea il carattere sportivo delle Mini Cooper, è accompagnato da un nuovo design specifico e da equipaggiamenti che esaltano ulteriormente l’anima sportiva delle nuove versioni. Il frontale ha la funzione di ottimizzare l’aerodinamica, con le grandi prese d’aria che oltre a far riflettere il look racing delle minigonne laterali, sono state concepite al fine di migliorare sia il raffreddamento del motore che quello dell’impianto frenante. Il tetto e le calotte dei retrovisori sono verniciati a contrasto in colore rosso, il logo John Cooper è presente sulla griglia del radiatore e sul portellone posteriore. Variegata la scelta degli equipaggiamenti opzionali per gli interni, tra i quali troviamo un navigatore satellitare con schermo da 8,8 pollici.

MOTORI Mini, la nuova versione con 306 Cv: il motore più potente di sem...