Mini Cooper presenta l’edizione ispirata a Steve McQueen

La S Delaney Edition è una versione ispirata al film Le Mans, del 1971. Ne saranno messi sul mercato soltanto 350 esemplari

I veri appassionati di motori conosceranno di certo Le Mans, pellicola del 1971 con Steve McQueen. La Mini Cooper ha così deciso di realizzare un modello limitato ispirato alla pellicola.

La Mini Cooper presenta una versione speciale dell’iconica vettura britannica, la S Delaney Edition. Un’auto che trae ispirazione del celebre film Le Mans, uscito nelle sale nel 1971, con Steve McQueen. Un modello unico, con un motore da 192 cavalli e una livrea pronta a far impazzire gli appassionati, essendo ripresa la Gulf Oil appartenente alla Porsche 917 (protagonista del film di cui sopra).

Steve McQueen Le Mans

Steve McQueen – Fonte Foto: getty

L’ispirazione di fondo che ha portato alla progettazione di questa particolare Mini Cooper S è duplice. Dal film di Lee H. Katzin all’effettiva 24 ore di Le Mans. Nella pellicola McQueen interpretava il ruolo del pilota Michael Delaney, ed ecco dunque spiegato il nome completo di questa Mini Cooper S Delaney Edition.

Pochissimi esemplari saranno messi in commercio, al fine di rendere esclusiva l’esperienza di guida. Per sentirsi un po’ più vicini all’iconico attore statunitense, deceduto nel 1980, sarà necessario riuscire a mettere le mani su uno dei soli 350 modelli che la Mini proporrà in tale veste.

Mini Cooper S Delaney Edition

Mini Cooper S Delaney Edition – Fonte foto: Twitter

Una serie limitata che promette di far impazzire gli appassionati, caratterizzata da una verniciatura esterna molto aggressiva, in Ice Blue. Il cofano presenta delle strisce in Solaris Orange, così come lo spoiler posteriore e le calotte protettive degli specchietti retrovisori. Il tutto per riprendere il modello originario. Altri elementi-omaggio sono le finiture nere che caratterizzano la cornice dei gruppi ottici, la calandra, alcuni dettagli dei cerchi in lega da 18’’ e soprattutto il kit aerodinamico John Cooper Works.

Elementi John Cooper Works si ritrovano anche nell’abitacolo, ottimamente mescolati con sezioni particolarmente adatte ad aumentare la sportività del veicolo, oltre che il piacere alla guida. È una Mini che guarda al passato ma di certo non dimentica l’anno in cui viene prodotta. Sedili e volante sono sportivi, e al loro fianco troviamo uno schermo da 8.8 pollici per l’infotainment, una presa per ricarica wireless dello smartphone e un impianto audio Harman. Per facilitare la guida inoltre sarà offerto al guidatore anche l’head up display e l’assistente per il parcheggio.

La guidabilità è senza dubbio uno dei punti di forza di questo modello, con un motore quattro cilindri TwinPower Turbo benzina, con 192 cavalli. A questo è abbinato un cambio a sette rapporti, con frizione Steptronic Sport. Velocità massima di 235 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6.7 secondi. Il tutto personalizzabile attraverso il Mini Your Customized, programma dedicato ai clienti più esigenti, che vorranno rendere davvero unico il proprio esemplare.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Mini Cooper presenta l’edizione ispirata a Steve McQueen